Ad imageAd image

Alex Bowman non correrà la Yellawood 500 2022

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Alex Bowman non correrà la Yellawood 500 2022

Alex Bowman non sarà presente a Talladega dopo l’incidente di Domenica scorsa alla Autotrader EchoPark Automotive 500.

Il pilota di Hendrick Motorsports alla guida della numero 48 non è al cento per cento dopo quanto avvenuto al Texas Motor Speedway, dove prima della fine dello Stage 1 è andato a scontrarsi contro il muro.

- PUBBLICITA-

Sarà Noah Gragson, futuro pilota di Petty GMS, a sostituirlo nella gara sul superspeedway di questa Domenica.

 

Alex Bowman out per la gara di Talladega, Gragson al suo posto

Alex Bowman, dopo l’incidente che lo ha visto coinvolto la scorsa domenica al Texas Motor Speedway, non ha interamente recuperato in tempo per la tappa di Talladega e non correrà alla Yellawood 500.

Il suo team ha diffuso un comunicato dello stesso pilota che ha dichiarato di avere dei sintomi simili a una concussione, e per questo non sarà presente alla seconda gara stagionale di Talladega, affermando che la salute è la priorità in questo periodo e che spera di tornare presto a correre, quasi come quanto avvenuto a Kurt Busch, ancora fermo dalle qualifiche di Pocono.

Sarà quindi Noah Gragson, attuale leader della classifica dei Playoff per la Xfinity Series, part timer nella Cup Series con Kaulig Racing e futuro full timer con Petty GMS il prossimo anno, a salire sulla numero 48.

Lo stesso Alex Bowman, già a rischio dopo il ritiro nella gara in Texas, potrebbe salutare il Round of 12 in caso di mancato ritorno anche per la gara al Charlotte Roval.

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento