Ad imageAd image

Brad Tavares non teme il tifo ostile in Brasile a UFC 283

Gianandrea Gornati
Gianandrea Gornati
3 minuti di lettura
Brad Tavares non teme il tifo ostile in Brasile a UFC 283
Contenuti dell'articolo

Brad Tavares ha parlato del prossimo incontro a UFC 283 contro Gregory Rodrigues in Brasile: il caldo tifo brasiliano non lo intimorisce.

Rodrigues (13-4 MMA, 4-1 UFC) avrà senza dubbio il pubblico dalla sua parte, come la maggior parte dei brasiliani negli incontri in patria.

- PUBBLICITA-

Tavares, che ha parlato dell’incontro a MMA Junkie, non sembra affatto intimorito dalla situazione che si prospetta nel prossimo incontro: ha evidenziato di aver già combattuto incontri, nel corso della propria carriera, con il pubblico totalmente contro di lui.

Il peso medio affronterà il fighter brasiliano Gregory Rodrigues il 21 gennaio a UFC 283 a Rio de Janeiro.

Le dichiarazioni di Brad Tavares

Brad Tavares combatterà in territorio ostile alla fine del mese.

Il fighter proveniente da Haitii sa bene che Gregory Felipe Santos Rodrigues avrà, con ogni probabilità, il pubblico di Rio dalla sua parte.

La passione dei tifosi brasiliani è noti, così come i cori “morirai” rivolti agli stranieri che affrontano i beniamini di casa.

Qualcuno potrebbe essere intimorito o quantomeno impressionato, ma non Tavares (19-7 MMA, 14-7 UFC). Non è spaventato da ciò che può derivare dall’essere ospite in casa dell’avversario: “Niente di nuovo per me”.

Il 35enne ha dichiarato :

“Per me non è una novità andare nel suo paese e combattere contro di lui sul suo terreno,” ha detto Tavares a MMA Junkie Radio. “In precedenza, nella mia carriera, ho combattuto contro tutti nella loro città natale.”

“Sono andato in Giappone e ho combattuto contro Riki Fukuda. Sono andato in Inghilterra e ho combattuto contro Tom Watson. Sono andato in Florida e ho combattuto contro Yoel Romero – certo, lui è di Cuba, ma è la sua nuova città natale.” La base del cubano Romero è infatti a Coconut Creek, Florida. 

“Lì ha tutta la sua base di fan. Quindi non è una novità per me. L’ho già fatto in passato. Non è la prima volta e sono sicuro che non sarà l’ultima”.

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: ,
Condividi l\'articolo
Lascia un commento