Football AmericanoNews

Deestroying si è rotto il collo in un tackle in UFL

Deestroying si è rotto il collo in un tackle in UFL

Deestroying, al secolo Donald De La Haye, è un famoso Youtuber ma anche un grande talento del football che ieri si è infortunato.

Il 27enne, originario di Porto Rico, che da quando aveva 7 anni vive in Florida, negli Stati Uniti con la sua famiglia, è divenuto un simbolo della controversa situazione inerente i compensi degli atleti universitari NCAA e dei guadagni che la lega universitaria e gli atenei incassano grazie a loro ma non re-dstribuiscono.

Impiegato come specialista dei calci e holder dall’Università di Central Florida, Deestroying aveva messo in luce un grande talento ed era divenuto estremamente popolare nel campionato americano studentesco fino a quando la lega gli aveva posto un ultimatum nella stagione 2017-2018.

Cosa è accaduto a Deestroying?

Parallelamente alla sua carriera sportiva, infatti, De La Haye aveva iniziato a riscuotere grande successo come YouTuber con il nome d’arte di Deestroying.

Nel 2017 la NCAA gli ha intimato di smettere di monetizzare la sua attività di influencer sulla base della regola, poi modificata di recente, che vietava agli atleti universitari di poter usufruire di qualsiasi altra forma di emolumento che non provenisse dalla loro borsa di studio.

Messo di fronte alla scelta De La Haye aveva deciso di continuare l’attività di YouTuber che gli forniva ottimi proventi ma aveva anche fatto causa all’ateneo per ribadire il proprio diritto a completare il ciclo di studi, divenendo, all’epoca, un simbolo della volontà di cambiamento dell’anacronistica regola sui compensi universitari.

Dopo quella vicenda Deestroying aveva, recentemente, deciso di rinverdire la sua carriera nel football, approdando alla UFL, una lega minore statunitense, con la squadra dei San Antonio Brahamas.

Ieri lo stesso giocatore, che, nel frattempo stava già mettendosi in luce come ottimo kicker, ha annunciato di essersi fratturato il collo portando un placcaggio ad un avversario che ritornava un suo calcio e di doversi fermare per tutto il resto della stagione.