Ad imageAd image

Eddie Jones: il ct dell’Australia risponde alle critiche

Gianandrea Gornati
Gianandrea Gornati
3 minuti di lettura
Eddie Jones: il ct dell'Australia risponde alle critiche
Contenuti dell'articolo

Eddie Jones ammette di aver trattato con l’Australia per diventarne allenatore mentre era sotto contratto con l’Inghilterra, affermando sia “normale”.

Jones, 62 anni, è da pochi giorni il commissario tecnico dell’Australia, dopo essere stato licenziato dalla Rugby Football Union a dicembre.

- PUBBLICITA-

L’Inghilterra aveva ingaggiato Jones fino alla fine della Coppa del Mondo 2023, che si terrà in Francia a settembre e ottobre, ma la situazione ha preso una piega diversa.

Esonerato dall’Inghilterra, è stato libero di assumere il ruolo di allenatore dell’Australia prima del previsto, tornando lla guida della squadra ben 18 anni dopo la sua prima volta.

Le dichiarazioni di Eddie Jones

Eddie Jones ha dichiarato di avere avuto dei contatti con la Federazione Australiana mentre ancora era sotto contratto con l’Inghilterra.

Pur non specificando quando si sarebbero svolti i colloqui, ha aggiunto che l’idea era di tornare in patria dopo la Coppa del Mondo 2023.

“Non conosco nessuno che non pensi al proprio futuro”, ha detto Jones a BBC Radio 5 Live.

“Non vedo come questo possa essere sleale o qualsiasi cosa la gente voglia dipingere come tale”, ha detto alla BBC Radio 5 Live.

Il neo ct dei “Wallabies” si è detto entusiasta all’idea di affrontare l’Inghilterra nei quarti di finale della Coppa del Mondo: “Si crea una bella rivalità. Mi è piaciuto allenare contro l’Australia e contro Michael Cheika e mi piacerà allenare contro Steve Borthwick e l’Inghilterra”.

Eddie Jones conosce bene il suo successore: Steve Borthwick, nuovo ct dell’Inghilterra, è stato l’allenatore del reparto offensivo durante il mandato di Jones. Jones ha speso parole al miele per l’ex collaboratore: “Borthwick è un’ottima scelta, un grande uomo e prenderà buone decisioni.”

Jones ritiene di aver migliorato la nazionale Inglese, citando Kyle Sinckler ed Ellis Genge dei Bristol Bears e Jonny May del Gloucester come giocatori migliorati sotto la sua guida.

Tuttavia, l’ala 32enne May non è stata selezionata da Borthwick per il Sei Nazioni.

“Ho promesso che non avrei commentato quello che farà il prossimo allenatore”, ha tagliato corto Jones.

“Sono sicuro che ci sono dei retroscena legittimi sul perché non l’abbia scelto”.

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
1 commento