The Shield Of Sports
News dal mondo degli sport

Formula 1: Carlos Sainz e Valtteri Bottas a rischio penalità

Il due piloti hanno rallentato tra Curva 9 e Curva 10 impedendo ad alcuni colleghi di non qualificarsi

Carlos Sainz e Valtteri Bottas sono stati convocati dagli stewards dopo quanto successo al termine delle Q2 del GP dell’Austria di Formula 1.

Formula 1: cosa è successo al termine delle Q2 del GP dell’Austria

Carlos Sainz e Valtteri Bottas sono stati ascoltati al termine delle Qualifiche del GP dell’Austria per essere andati troppo lentamente al termine delle Q2. Il finlandese, che comandava il gruppo di auto prima dell’ultima curva, è andato troppo lento ed ha rallentato tutte le auto dietro di lui, andando a penalizzare Fernando Alonso che ha chiuso al 14° posto.

I piloti erano già stati avvisati dal Direttore di Gara della Formula 1 Michael Masi che non dovevano percorrere Curva 9 a velocità troppo bassa per evitare incidenti potenzialmente pericolosi. Nella nota diramata da Masi stesso si legge: Durante ogni sessione di prova qualunque pilota intenda creare un distacco davanti alla sua auto non deve assolutamente rallentare tra l’entrata in Curva 9 e l’uscita in Curva 10; chiunque viola questa regola, infrange l’articolo 27.4 del regolamento.”

Non si sa ancora se Carlos Sainz e Valtteri Bottas verranno penalizzati sulla griglia di partenza cosa che invece è successa a Sebastian Vettel che ha fisicamente impedito a Fernando Alonso di completare con successo il giro. Ci si aspettano sanzioni severe in vista del GP dell’Austria di Formula 1 in programma domani.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Per farti due risate a tema wrestling, segui i nostri amici di Spear Alla Edge su Instagram!

Abbiamo aperto il nostro canale Telegram! Rimani sempre aggiornato CLICCA QUI.

Charles Leclerc ha segnato un gol ne La Partita del CuoreSeguici su Google News

Ricevi aggiornamenti in tempo reale sul tuo dispositivo! Iscriviti ora!

lascia un commento