Ad imageAd image

Khamzat Chimaev: Il motivo della rissa di UFC 280

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Khamzat Chimaev: Il motivo della rissa di UFC 280

Khamzat Chimaev e Abubakar Nurmagomedov sono stati protagonisti di una rissa, non catturata dalle telecamere, durante UFC 280.

I due fighter, entrambi appartenenti alla categoria dei pesi welter, sono venuti a contatto nel finale del Pay Per View, provocando un diverbio che i fan presenti all’arena hanno avuto modo di registrare.

- PUBBLICITA-

Alcune fonti vicine hanno dato i motivi del conflitto tra i due, anche grazie alle dichiarazioni uscite fuori dai video di chi era presente al momento della rissa.

 

Khamzat Chimaev e Abubakar Nurmagomedov: Cosa è successo durante la rissa di ieri?

Nel finale di UFC 280, Khamzat Chimaev e Abubakar Nurmagomedov, cugino del più celebre Khabib, entrambi fighter dei pesi welter della promotion, sono stati protagonisti di una rissa che non è stata ripresa dalle telecamere, bensì dai fan che erano presenti alla Etihad Arena di Abu Dhabi.

Secondo delle fonti, Chimaev, che non aveva alcun incontro nella card, si è congratulato con l’entourage di Islam Makhachev, vincitore del main event contro Charles Oliveira, per poi, in maniera scherzosa, toccare la pancia di Abubakar Nurmagomedov e fargli i complimenti per la vittoria di ieri contro Gadzhi Omargadzhiev, arrivata per decisione unanime.

Il russo si è sentito offeso e lo ha chiamato da dietro, dicendogli che poteva venire da lui e fargli i complimenti da vicino, mentre il ceceno, naturalizzato svedese, ha affermato di voler fare come vuole lui, ed è da quel momento che si è scatenata la rissa tra i due fighter, registrata dai fan presenti all’evento.

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento