Ad imageAd image

Le’Veon Bell: Peterson timido, vedremo Hall

Alessandro Podio
Alessandro Podio
4 minuti di lettura
Le'Veon Bell: Peterson timido, vedremo Hall
Le'Veon Bell: Peterson timido, vedremo Hall

Le’Veon Bell afferma di aver avuto la sensazione di un Adrian Peterson forse un po’ timido, e spera vivamente in un Uriah Hall più sicuro di sé.

Le’Veon Bell, peraltro, inizialmente non pareva interessato a combattere contro un altro ex giocatore della NFL nell’undercard di Jake Paul-Anderson Silva sabato sera.

- PUBBLICITA-

L’ex stella dei Pittsburgh Steelers ha informato Paul di voler procedere in modo graduale, incontro per incontro, perché sta prendendo sul serio la sua carriera di pugile.

Alla fine per lui è stato scelto l’ex contendente dei pesi medi UFC Uriah Hall, che affronterà Bell in un incontro di quattro round dei pesi cruiser solo sette settimane dopo che Bell ha messo al tappeto un altro Pro Bowler in pensione, Adrian Peterson, nella quinta ripresa della loro esibizione del 10 settembre a Los Angeles.

 

Le’Veon Bell sarà pronto alla carriera di fighter?

Il trentenne Le’Veon  Bell, si è preparato per un incontro con Hall molto più difficile di quello previsto da Peterson. Bell, anche se relativamente inesperto negli sport da combattimento, non è d’accordo con coloro che ritengono che abbia fatto un passo troppo avanti nella competizione contro un avversario che era considerato uno degli attaccanti più pericolosi dell’UFC durante la sua carriera nelle MMA.

Sarà una sfida molto più dura perché lui combatte da 17 anni“, ha detto Bell durante,”quindi, non è necessariamente un principiante, credo che quando ho combattuto contro Adrian Peterson ci sono state molte volte in cui ho pensato che fosse un po’ timoroso nel combattermi perché forse era il suo primo incontro, ecco non credo che Uriah sarà così.

Sento che Uriah sarà più sicuro di sé perché è stato di fronte a pugili per 17 anni ed è già stato colpito in passato, non solo da pugni, ma anche da calci e tutto il resto, quindi, credo che sarà molto più sicuro di sé di quanto non lo fosse Adrian Peterson, e credo che questa sarà la differenza più grande per me, perché avrò un uomo che cercherà davvero di reagire, e vedremo come andrà a finire“.

Le’Veon Hall, 38 anni, ha annunciato il suo ritiro dalle arti marziali miste il 10 agosto, ma il giamaicano è stato incuriosito dall’opportunità di affrontare un altro atleta professionista in pensione.

Il debutto di Hall nel pugilato professionistico avverrà contro un avversario che ha fermato Peterson con un destro che lo ha fatto cadere a terra e ha interrotto bruscamente il loro incontro al Banc of California Stadium.

Non c’è stata molta azione tra Bell e Peterson prima che Bell colpisse il quinto miglior giocatore di sempre della NFL con un destro dritto che lo ha fatto cadere goffamente sulla schiena, con la gamba destra piegata sotto di lui. Peterson non era chiaramente in condizioni di continuare.

Quella sensazione è stata pazzesca“, ha detto Le’Veon  Bell, “ho avuto partite in cui ho fatto 200 yard e tre touchdown, ma la sensazione che ho provato quando ho messo al tappeto qualcuno, è la migliore di tutte le sensazioni iniziali che ho provato nel football”.

Showtime trasmetterà Bell-Hall nell’ambito di un programma di cinque incontri che vedrà protagonisti Paul (5-0, 4 KO), di Westlake, Ohio, e il brasiliano Silva (3-1, 2 KO) in un incontro di otto round tra pesi cruiser alla Desert Diamond Arena di Glendale, Arizona. Le scommesse di FanDuel quotano Hall, che ha ottenuto 18-11 (13 KO) in incontri di MMA, come favorito per 5-1 per battere Bell.

Le'Veon Bell ph. facebook@Le'Veon Bell
Le’Veon Bell ph. [email protected]’Veon Bell

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Un milanese trapiantato a Misano Adriatico. Giornalista freelance dal 2005, collaboro con diverse testate giornalistiche locali e nazionali. Mi occupo prevalentemente di sport, che seguo a 360 gradi, con particolare attenzione al calcio, arti marziali e sport da combattimento in genere, ma seguo (e scrivo) volentieri di qualsiasi competizione esistente. Infine, attualmente curo la sala stampa per due festival del cinema della città di Ravenna.
Lascia un commento