Ad imageAd image

Matteo Berrettini giocherà contro il Canada in Coppa Davis

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Matteo Berrettini giocherà contro il Canada in Coppa Davis

Matteo Berrettini sarà presente per la semifinale di Coppa Davis contro il Canada.

Il tennista romano, che non ha giocato le gare di singolo per un problema al piede, ha recuperato in tempo per l’incontro di doppio che disputerà insieme con Fabio Fognini.

- PUBBLICITA-

Attualmente, Italia e Canada sono in parità dopo che le due formazioni hanno avuto una vittoria a testa nelle gare di singolo.

 

Matteo Berrettini recupera e farà il doppio con Fognini

Matteo Berrettini, dopo aver inizialmente annunciato il forfeit per la Coppa Davis in corso a Malaga, sarà presente per il match di Doppio in programma questa sera.

Il romano, che aveva accusato dei problemi al piede dopo l’ATP 250 di Napoli, torneo dove arrivò in finale, era comunque partito per la Spagna insieme alla compagine guidata dal capitano Filippo Volandri, e si era già riscaldato in attesa di una chiamata improvvisa per la semifinale, dopo non aver giocato contro gli Stati Uniti.

Insieme con Fabio Fognini, Berrettini proverà a far ottenere agli azzurri una finale che l’Italia non raggiunge dal 1998, quando perse contro la Svezia.

Nelle due gare di singolo, Lorenzo Sonego ha battuto Denis Shapopalov, mentre Lorenzo Musetti è stato battuto da Félix Auger-Aliassime.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eurosport Italia (@eurosportitalia)

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
1 commento