Ad imageAd image

Sport invernali: una speranza per Lech Zürs

Lothar Zamana
Lothar Zamana
2 minuti di lettura
Sport invernali: Ecco il calendario della stagione 2022/23
Sport invernali: Ecco il calendario della stagione 2022/23

Sport invernali: c’è una speranza per il parallelo femminile e maschile previsto tra 2 settimane a Lech Zürs, in Austria.

Infatti, da venerdì nel Vorarlberg è attesa un po’ di neve, praticamente ad una settimana dal prossimo appuntamento di CdM.

- PUBBLICITA-

“Missione complicata, ma lotteremo fino all’ultimo secondo”, dicono gli organizzatori a Ski Racing.

Dobbiamo ancora dirlo, ma i paralleli di Lech Zürs sono ancora in pericolo, anche se ora c’è qualche speranza in più di disputare regolarmente la terza edizione dell’appuntamento con l’unica gara di specialità, lungo il pendio della “Flexenarena”, nel week-end del 12-13 novembre (sabato la gara femminile, domenica quella maschile).

Sport invernali: una fiammella di speranza grazie all’arrivo di una perturbazione

Come abbiamo detto più volte, nel mondo degli sport invernali outdoor, specialmente nello Sci Alpino, la componente meteorologica è assolutamente di primo piano.

Si esce da un mese di Ottobre eccezionalmente caldo e secco.

Il problema è sempre quello, l’innevamento che si fatica a produrre anche su una pista così breve (appena 400m) come quella nel Vorarlberg; da qualche ora, gli organizzatori austriaci hanno iniziato a creare la base grazie alla neve conservata in primavera con la tecnica dello snowfarming, ma non basta per allestire in maniera completa il tracciato di gara.

La FIS concederà qualche ora in più, rispetto al controllo neve guidato dal responsabile Markus Mayr e previsto giovedì 3 novembre, visto che da venerdì e per una parte del week-end le temperature si abbasseranno un po’ e dovrebbe arrivare la neve a quota 1700 mt, dove si trova la località di Zürs che ospita l’evento. Servono 48 ore di freddo per l’innevamento artificiale che garantirebbe le gare, ma certezze allo stato attuale non ce ne sono.

Mission quasi impossible questa, ma la speranza che questa perturbazione possa salvare l’unica tappa di parallelo prevista.

Se si dovesse alla fine disputare questa gara, si dimostrerà il fatto che la variabile meteorologica è assolutamente fondamentale per la sorte degli sport invernali outdoor.

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Lothar Zamana, 31 anni da Rovigo. Grande appassionato di sport, specialmente invernali. In gioventù ha praticato ciclismo e pallavolo, ma crescendo ha capito che lo sport è meglio commentarlo che praticarlo. Entra nel team TSOS per dare maggiore risalto al mondo dello sport che ha minore visibilità.
1 commento