Ad imageAd image

Tua Tagovailoa entra di nuovo nel Concussion Protocol della NFL

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Tua Tagovailoa entra di nuovo nel Concussion Protocol della NFL

Tua Tagovailoa, per la terza volta quest’anno, è entrato a far parte del Concussion Protocol della NFL.

Nonostante il fatto che l’ex QB di Alabama abbia giocato tutta la partita ieri contro i Green Bay Packers, lanciando tre intercetti, ha sentito i sintomi di una concussione, come annunciato dall’Head Coach della squadra in conferenza stampa.

- PUBBLICITA-

Per ora, Teddy Bridgewater potrebbe partire titolare contro i New England Patriots se la situazione non dovesse migliorare.

 

Tua Tagovailoa ancora fermo per una concussione, la terza volta quest’anno

Come annunciato oggi da Mike McDaniel, allenatore dei Miami Dolphins, Tua Tagovailoa è entrato di nuovo nel Concussion Protocol della NFL. Questa è la terza volta quest’anno per l’ex Alabama Crimson Tide.

Il QB ha giocato tutto l’incontro con i Green Bay Packers, perso per 26-20 e con tre intercetti lanciati, senza alcun problema, per poi sentire i sintomi il giorno dopo la partita. Teddy Bridgewater, nel caso che il titolare non dovesse recuperare in tempo per la gara del prossimo weekend contro i New England Patriots, potrebbe partire titolare.

Già a Settembre, contro i Cincinnati Bengals, Tua Tagovailoa soffrì di un infortunio grave alla testa, che lo costrinse ad uscire dal campo quasi pietrificato, con la preoccupazione di danni permanenti dal punto di vista neurologico.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento