Ad imageAd image

USA: folla inferocita contro dei pescatori professionisti

Giacomo Della Vecchia
5 minuti di lettura
USA: folla inferocita contro dei pescatori professionisti

Negli USA, un gruppo di pescatori professionisti è stato assalito dalla folla al termine di una competizione in Ohio.

L’episodio è accaduto al Lago Erie in Ohio lo scorso fine settimana ma la notizia è uscita solo in queste ore; l’imbroglio sarebbe emerso quando Jason Fischer, direttore del Lake Erie Walleye Trail (questo il nome del torneo), ha notato qualcosa di strano nel pescato dell’equipaggio dell’Ohio e della Pennsylvania. I pescatori avevano aggiunto dei peso in piombo al pesce che avevano pescato.

- PUBBLICITA-

La scoperta è stata registrata dal pubblico con un video dove si vede distintamente la folla inferocita che inveisce contro gli equipaggi dopo aver scoperto l’imbroglio.

Maria Licht, che gestisce il Better Half Tour Bass Fishing Tournament, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito.

Le dichiarazioni sullo scandalo dei pesi nel pescato negli USA

Intervistata al telefono nella giornata di Lunedì, Maria Licht ha dichiarato : “Mi è venuto il voltastomaco, stavo veramente male. Hanno lasciato un senso di tradimento sia nei miei confronti che nei confronti del pubblico presente. I concorrenti si conoscono a vicenda, i Trail sono gara individuali che culminano nella Classifica Generale del Tour USA, e se stai barando lì stai falsando tutta la classifica. Comprendo la reazione del pubblico, non avrei saputo fare di meglio in quelle condizioni.”

Aaron Futrell, co-proprietario di DeLong Lures, sponsor di numerosi tornei,  ha aggiunto: “E’ un po’ come se si barasse al poker. La pesca sportiva è il secondo sport negli USA per numero di partecipanti, ci sono più pescatori che corridori in tutto il Paese. E’ normale che una scandalo del genere abbia fatto infuriare milioni di persone, è anche un loro hobby.”

Negli USA si è cercato in qualche modo di arginare gli imbrogli nella pesca sportiva; molti tornei, specie quelli più grossi, hanno adottato la macchina della verità per scoprire chi ha barato, ma non sempre funziona. Nei Trail, tornei più piccoli, la fiducia diventa quindi essenziale…ma quando il premio in denaro è di 30.000$ ogni concorrente trova modi sempre più creativi di imbrogliare.

Jason Fischer ha invece adottato il pugno duro contro gli imbroglioni: “Come direttore del Torneo, posso dire senza ombra di dubbio che comportamenti del genere non verranno mai più tollerati. Troverò un modo per sistemare le cose, spero che tutti i pescatori degli USA possano imparare qualcosa da questo episodio e che insieme possiamo apportare alcuni cambiamenti alla pesca sportiva per l’integrità di ogni torneo. La maggior parte dei pescatori sono persone oneste.”

 


In seguito a questo scandalo, lo stesso Fischer ha annunciato che i documenti del Torneo sono già stati consegnati alle autorità competenti e che il Dipartimento delle Risorse Naturali dell’Ohio indagherà per perseguire legalmente chi ha barato.

Per ovviare a questa mancanza di fiducia, alcuni pescatori professionisti USA hanno indicato nell’adozione della macchina della verità per i tornei più piccoli una possibile scappatoia a questi escamotages, ma la spesa per questo apparecchio sarebbe troppo proibitiva e pertanto si continuerà a contare sull’onore del pescatore.

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Lascia un commento