Ad imageAd image

WEC: Pier Guidi parla della sua strategia in Bahrain

Giacomo Della Vecchia
Giacomo Della Vecchia
3 minuti di lettura
WEC: Pier Guidi parla della sua strategia in Bahrain
WEC: Pier Guidi parla della sua strategia in Bahrain

In WEC, Alessandro Pier Guidi ha dichiarato che durante la 8 Ore del Bahrain ha trovato una soluzione per ovviare al problema alla scatola del cambio.

Alessandro Pier Guidi ha portato la Ferrari 488 GTE Evo #51 alla vittoria nella 8 Ore del Bahrain decidendo di non usare la 4° marcia nelle fasi finali della partita; la decisione è stata presa dopo i problemi alla scatola del cambio denunciati dall’altra Ferrari di James Calado, Antonio Fuoco e Miguel Molina.

- PUBBLICITA-

Questa decisione ha dimostrato una volta di più che la 488 GTE Evo, ultima della sua serie prima dell’arrivo nel 2023 della nuova 296 GT3, era veramente una delle auto migliori del lotto.

Le dichiarazioni di Alessandro Pier Guidi dopo la vittoria nel WEC

Intervistato al termine della 8 Ore del Bahrain del WEC, Alessandro Pier Guidi ha dichiarato: “Quando sono tornato a guidare la macchina, ho provato a saltare la 4° marcia mentre guidavano; in pratica saltavo dalla 3° alla 5°, poi ho realizzato che la scatola del cambio si stava sforzando troppo, ero veramente al limite. Ma quando ero sui rettilinei vedevo che la temperatura scendeva di 1 o 2 gradi ed ho pensato di fare tutto il giro in 5° marcia; ha funzionato.”

A causa di questo problema, l’equipaggio di Alessandro Pier Guidi stava rischiando di perdere in titolo GTE del WEC a vantaggio della Porsche, ma le due auto della casa tedesca non erano semplicemente in giornata. James Calado, l’altro pilota del Team AF Corse, ha spiegato cosa è successo durante la 8 Ore del Bahrain.

Parlando dei suoi problemi alla macchina e di come ha condotto la gara, Calado ha dichiarato: “Appena ho sentito uno strano rumore alla scatola del cambio, ho subito realizzato che dovevo lasciare passare Antonio Fuoco. Ho cercato in tutti i modi di far entrare la 4° marcia, usando tutto il piede destro sulla frizione ma semplicemente non entrava; ero sicuro al 95% che la gara non l’avremmo finita, non saprei dare un’idea del rumore che ho sentito alla scatola del cambio, credevo ci fosse rimasto veramente poco, ma la dea bendata oggi ci ha assistito.”

Nonostante questi problemi, la Ferrari del Team AF Corse ha vinto la classifica costruttori del WEC sia in GTE Am che in GTE Pro grazie anche alla gara anonima delle Porsche 911 RSR, che nonostante il cambio di posizioni tra le due auto tedesche nella 8 Ore del Bahrain.

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Lascia un commento