Ad imageAd image

Worlds 2022: partono i Group Stage con Fnatic-Cloud9

Giacomo Della Vecchia
7 minuti di lettura
Worlds 2022: partono i Group Stage con Fnatic-Cloud9
Worlds 2022: partono i Group Stage con Fnatic-Cloud9

Ai Worlds 2022 di League of Legends è tempo di Group Stage che partiranno ufficialmente domani notte con la partita tra Fnatic e Cloud 9, due delle rivali più storiche del torneo.

Questo scontro sarà l’apice di una rivalità storica non solo tra due regioni da sempre in contrasto, ovvero Nord America ed Europa, ma anche uno degli scontri tra due franchigie entrate nella storia dei Worlds.

- PUBBLICITA-

Le due squadre, infatti, si sono affrontate per la prima volta direttamente nel 2013 ai quarti di finale di quell’edizione dei Worlds e, nel tempo, la scena competitiva stessa di League of Legends è profondamente cambiata.

Cosa aspettarci dalla partita tra Cloud9 e Fnatic ai Worlds 2022

Nell’occasione dei Worlds 2013, 3° edizione del massimo torneo competitivo di League of Legends, i Fnatic vinsero per 2-1 contro i Cloud9 passando il turno ma venendo poi sconfitti dai Royal Club (attuali Royal Never Give Up) nelle semifinali. Quell’edizione fu vinta dagli SK Telecom T1, oggi conosciuti con nome di T1; una smacco che i Cloud9 proveranno a lavare ai Worlds 2022.

Le similitudini tra quell’edizione dei Worlds e quella in corso di certo non mancano: anche allora i Cloud9 si qualificarono direttamente per il Group Stage (allora per il miglior piazzamento nell‘All Star Weekend del Nord America, quest’anno per aver vinto la LCS Summer Split) e anche allora i Fnatic dovettero qualificarsi alla fase a gironi partendo dai preliminari (l’unica differenza è stata il numero di partite prima della qualificazione: nel 2013 dovettero vincerne 7 su 8 , quest’anno 4 su 5).

Lo stesso Gruppo A comprende anche Edward Gaming, vincitori dei Worlds 2021 ed ansiosi di ripetere le solite gesta ai Worlds 2022, ed i T1 (che detengono il maggior numero di vittorie ai Worlds, ben 3); se escludiamo i Cloud9, tutti gli altri Team del Gruppo A hanno vinto almeno una edizione dei Worlds. La rivalità tra Fnatic e Cloud9 conta al momento 11 partite con una differenza in vittorie e sconfitte a vantaggio dei Fnatic per 6-5, ad esclusione dei primi tornei organizzati da Intel prima del 2011 e degli scontri ai Rift Rivals, tornei organizzati su Wild Rift, applicazione gratuita su Android ed Apple proprio a tema League Of Legends.

I fan di League Of Legends possono comunque definirsi fortunati di aver visto uno scontro tra Nord America ed Europa già ai Play-In dei Worlds 2022 con le Best Of 5 Series tra MAD Lions ed Evil Geniuses vinta da questi ultimi; questo scontro è stato, a conti fatti, il primo tra due macro regioni storiche del competitivo del popolare MoBa dal 2018. Ed è proprio la mancanza di una serie tra queste due regioni uno dei punti più critici ai Worlds.

Philippe "Vulcan" Laflamme (a sx) si scambia la maglia con Yasin "Nisqy" Tincer prima di Evil Geniuses contro MAD Lions
Philippe “Vulcan” Laflamme (a sx) si scambia la maglia con Yasin “Nisqy” Tincer prima di Evil Geniuses contro MAD Lions – foto Riot Games

L’attuale formula dei Worlds 2022 sarebbe quindi troppo permissiva nei confronti dei Team orientali, tanto che molti fan hanno chiesto di tornare al passato. Nella prima edizione dei Worlds, targata 2011, c’era infatti un meccanismo che permetteva anche ai Team perdenti di poter tornare in corsa: il Losers Bracket.

D’altronde, molti Team si preparano mesi e mesi per arrivare al Group Stage dei Worlds 2022, magari passando come 1° squadra del proprio girone ma venendo eliminata subito dopo nella fase ad eliminazione diretta senza possibilità di rientrare in corsa; un ritorno al Loser Bracket permetterebbe a Riot Games di avere molte più Best Of 5 Series tra Nord America ed Europa, facendo di nuovo crescere la passione per competere ad alti livelli.

Riot Games ha provato, negli anni, ad ovviare a questo problema con il Mid-Season Invitational, ma anche qui l’inclusività non la fa da padrone. A questo torneo, che si svolge a cavallo tra il mese di Giugno e quello di Luglio ogni anno, partecipano solo i Campioni delle varie leghe appena incoronati ed anche qui, una volta persa la prima Best Of 5 Series, si viene automaticamente eliminati. Un’altra soluzione potrebbe essere aumentare il numero di tornei per avere di conseguenza più rivalità tra le regioni, ma le tabelle della preparazione andrebbero riviste di cima fino in fondo.

Un’altra soluzione potrebbe essere l’aumentare il numero di squadre di Nord America ed Europa ai Worlds, come accaduto per questa edizione dei Worlds 2022 a causa però dell’esclusione degli Unicorns Of Love (Russia) dato il fatto che il loro Campionato è stato sospeso. Dal 2018 ad oggi, infatti, quasi sempre 4 squadre provenienti dall’Occidente si sono dovute contrapporre alle 6 provenienti dall’Oriente, con il risultato anche numerico di più tornei vinti da Cina e Corea del Sud.

Per i Worlds 2022 la storica rivalità tra Nord America ed Europa vedrà però una certa ripresa; nei 4 gruppi del Worlds 2022, ben 2 di questi presenteranno sfide tra le due regioni (Fnatic e Cloud9 da una parte, Evil Geniuses e Rogue Esports dall’altra) con la grande possibilità che questa storica rivalità possa definitivamente riaccendersi, cosa che non capita dalla finale dell’MSI 2019 tra Team Liquid e G2 Esports e, più recentemente, dallo spareggio tra Cloud9 e Rogue Esports ai Worlds 2021.

https://twitter.com/C9LoL/status/1577690085717336065

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
1 commento