Playoff IFL 2022: I Dolphins Ancona passano in semifinale

Pasquale Basile
Pasquale Basile
7 minuti di lettura
Playoff IFL 2022: I Dolphins Ancona passano in semifinale
Playoff IFL 2022: I Dolphins Ancona passano in semifinale

I Dolphins Ancona vincono con una grande prestazione e accedono alla Semifinale battendo per 42-7 in casa i Vipers Modena.

Con il trionfo odierno, i dorici conquistano l’accesso alla penultima fase per la prima volta dal 2013.

- PUBBLICITA-

I Dolphins Ancona chiudono la prima stagione dei Vipers in IFL

Dopo quattro anni, i Dolphins Ancona tornano ai Playoff e lo fanno con una gara in casa contro i Vipers Modena, alla prima apparizione di sempre nella Postseason della Italian Football League dopo una stagione iniziata bene e conclusa con tante difficoltà.

La prima sfida, giocata a Maggio, ha visto la formazione dorica battere per 35-7 gli emiliani a Novi di Modena, ma molto è cambiato da allora.

Sono i Dolphins Ancona, la squadra di casa, a ricevere il Kick Off di Marius Chiriac, con un breve ritorno di Teo Flamini. Collin Di Galbo, sul primo drive, viene intercettato da Daryus Skinner, al suo quarto intercetto stagionale, fermato in posizione di partenza eccellente dalla Offensive Line dorica. Danny Vanatski e i Vipers Modena non avanzano a causa del secondo turnover della gara, ovvero un fumble di Ervis Cira recuperato da Kristian Giardinieri.

Di Galbo si fa perdonare con un lungo lancio per Manuel Zoppi, che riesce a ricevere dall’altra parte dell’arcobaleno e a portare i Dolphins Ancona in posizione scomoda per la difesa avversaria. Lo stesso QB, al suo secondo anno con i marchigiani, raggiunge i sei punti con le sue stesse gambe e con l’aiuto della O-Line. Skinner si rende protagonista di un’altra corsa che taglia in due la difesa anconitana e si porta in campo avversario, ma Vanatski è costretto a un calcio perfetto e fermato alla prima yarda dallo special team.

Dillon Sherman entra nell’incontro con una ricezione che toglie dalla posizione di pericolo la sua squadra. La squadra di casa fa un ottimo drive e riesce a macinare yarde più che può, anche con le ricezioni di Luciano Giuliani, che contribuisce alla No Huddle Offense attuata da Coach Roberto Rotelli. Emanuele Gianfelici chiude i giochi con la ricezione in end zone che fa allungare di due possessi il distacco, ma l’unica nota negativa del TD è stata l’extra point largo di Riccardo Petrilli. I problemi in attacco della squadra avversaria continuano quando Vanatski viene fermato dopo un three and out e viene obbligato di nuovo a calciare.

Un altro big play di Dillon Sherman in corsa vede di nuovo i Dolphins Ancona fare male, così come Zach Quattrone, che riesce a tuffarsi in tempo sul pilone e a realizzare il terzo TD di giornata per i locali, quasi lanciati verso un trionfo importante. Un altro drive da Three and Out che ha visto una ricezione incredibile di Skinner annullata da una penalità vede Vanatski calciare di nuovo in modo pessimo.

Collin Di Galbo parte in quarta con due ricezioni per Emanuele Gianfelici e Antonio Nocera e bombarda la difesa modenese, ma è Federico Orlandini a ricevere in end zone , battendo il difensore avversario, Klorment Vrapi, per dispersione. Il QB modenese viene giudicato colpevole di Intentional Grounding, e la sideline non prende bene la decisione del capo arbitro. La conseguente perdita di yarde non aiuta i Vipers, di nuovo al calcio di allontanamento.

In chiusura di primo tempo, i Dolphins Ancona colpiscono di nuovo, questa volta con la corsa in end zone di Cristiano Brancaccio, arrivata dopo un drive che ha visto un paio di penalità importanti: Dillon Sherman, che ha realizzato la conversione da due punti successiva al TD, punito per fallo personale, e poi quella di Klorment Vrapi, il più piccolo dei due fratelli, punito per Tripping.

Il secondo tempo, con il cronometro che scorrerà dato il divario di 35 punti raggiunto, inizia con i Vipers Modena in attacco, ma la difesa dei Dolphins Ancona colpisce ancora con l’intercetto, il diciassettesimo della stagione complessivo, di Valentino Rotelli, che riesce a riportare lo sferoide in end zone per un Pick 6. La compagine modenese, uscita dal campo mestamente dall’intervallo, vuole comunque dimostrare di non essere arrivata per caso alla fase finale.

Il lungo drive dei Vipers Modena su chiude con un TD di Filippo Vidoni su lancio di Danny Vanatski, che a questo punto del match serve solo per l’orgoglio di una squadra che vede vicina la fine della sua stagione. Nonostante il cronometro che scorre e il fischio finale in vicinanza, i coach lasciano ancora giocare Collin Di Galbo, ma lasciano spazio ad alcune seconde linee in attacco.

Con la vittoria di oggi, i Dolphins Ancona riescono ad avanzare in semifinale per la prima volta in nove anni, quando persero contro i Panthers Parma, e avranno una sfida non facile settimana prossima, ovvero la partita contro la prima della classe, i Seamen Milano, al Velodromo Vigorelli il 19 Giugno. I Vipers Modena chiudono la loro prima stagione con la quinta sconfitta di fila tra Regular Season e Playoff, ma con la certezza di aver comunque centrato il loro obbiettivo primario.

 

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Per farti due risate a tema wrestling, segui i nostri amici di Spear Alla Edge su Instagram!

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Avatar di Pasquale Basile
Inserito da Pasquale Basile
21 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
2 Commenti