The Shield Of Sports
News dal mondo degli sport

Venator FC 11: intervista a Giacomo Santoro

Dal nostro media partner: VENATOR FC

Fabrizio Barbera
Venator FC 11: intervista a Giacomo Santoro

Venator FC torna sabato 14 maggio al Palasport Giovanni Paolo II di Pescara. Ricordiamo che l’evento potrà essere visto anche su UFC Fight Pass visto la recente collaborazione tra le due parti.

Oggi vi portiamo l’intervista a Giacomo Santoro, peso mosca romano di 26 anni con un record professionistico di 6 vittorie e una sola sconfitta che affronterà a Venator FC 11 l’inglese Aaron Robinson (4-3).

VENATOR FC 11, LE PAROLE DI GIACOMO SANTORO

Ciao Giacomo, torniamo a sentirci a distanza di sei mesi, prima del tuo incontro a Venator FC 8. In questi sei mesi hai combattuto due volte: una vittoria e una sconfitta, entrambe a Venator. Cosa hai imparato da questi due incontri?

Giacomo Santoro: Questi ultimi match mi hanno fatto crescere molto, quello che ho appreso non è una nozione ma uno stato mentale e fisico. Sono arrabbiato, affamato e non vedo l’ora di tornare in gabbia e mostrare quanto duramente ho lavorato in questi mesi.

Parlando del tuo ultimo incontro, purtroppo non è andato come volevi: cosa è andato storto e come pensi possa andare se affrontassi oggi Kryvets?

Giacomo Santoro: Nel mio ultimo match non ero io. Ma non lo ero davvero, nel senso che avevo tanti di quegli infortuni accumulati, e anche una buona dose di stress fisico per i 4 tagli peso in 6 mesi, che non avrei dovuto accettare quel match. Sono comunque fiero della mia follia e di averlo accettato, questa sconfitta, dolorosissima, mi ha dato un fuoco dentro che non riesco a descrivere.

Sarebbe da omuncoli promettere una vittoria contro un avversario che nell’ultimo match ti è stato superiore. Quello che mi sento di dire è che sono certo che il match andrebbe molto diversamente e chissà, magari in futuro potrò fare seguire i fatti alle parole.

Adesso pensiamo al presente e significa che oggi i tuoi pensieri sono orientati verso Aaron Robinson (4-3), il tuo prossimo avversario: quanto conosci l’inglese, quali sono i suoi punti di forza e cosa invece potresti sfruttare a tuo vantaggio?

Giacomo Santoro: Con il team abbiamo studiato il mio avversario. È una cintura nera di bjj, ma anche abile negli scambi di striking. Si prospetta un match molto interessante.

Questo è il tuo quarto combattimento a Venator, come ti trovi nella promotion e cosa vuoi ottenere dentro Venator?

Giacomo Santoro: A Venator mi trovo benissimo. La promotion vanta una capacità organizzativa e una serietà raramente riscontrabili in altre promotion. Voglio mettere in mostra tutto ciò che ho ottenuto con i miei estenuanti allenamenti e vincere la cintura di Venator FC.

Nella recente intervista con il nostro collega Mirko Orlato hai dichiarato di essere sicuro di entrare in UFC nel 2022. Pensi sia ancora possibile quest’anno il tuo debutto in UFC oppure è cambiato qualcosa?

Giacomo Santoro: Ovviamente le cose sono cambiate da dicembre 2021. Gli infortuni accumulati e l’ultimo match sono stati come un tram che mi si è schiantato addosso.

Ora esplodo dalla voglia di riscatto e la mia certezza riguardo l’UFC non solo rimane, ma si consolida. Bisogna però fare i conti con i fatti, e ad oggi sono consapevole che le possibilità di entrare in UFC nel 2022 si sono ridotte.

Giacomo ti ringraziamo per la disponibilità e ci vediamo a Venator FC 11.

Giacomo Santoro: Grazie a te Fabrizio, non perderti lo spettacolo di Venator FC 11 il 14 Maggio!

The Shield Of Wrestling è anche su carta stampata! Puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine, CLICCANDO QUI.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Venator FC 11: intervista a Giacomo Santoro
Venator FC 11: intervista a Giacomo Santoro

Ricevi aggiornamenti in tempo reale sul tuo dispositivo! Iscriviti ora!

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.