Ad imageAd image

Carlos Sainz: L’obbiettivo per la Dakar 2023 è il podio

Pasquale Basile
Pasquale Basile
3 minuti di lettura
Carlos Sainz: L'obbiettivo per la Dakar 2023 è il podio

Carlos Sainz ha parlato del suo approccio alla Dakar 2023 e dei suoi obbiettivi per il Rally Raid di inizio anno.

Tra le opinioni date dal veterano della manifestazione, anche i cambiamenti alla sua RS Q e-tron E2, la vettura che lui e il suo copilota, Lucas Cruz, utilizzeranno nel deserto.

- PUBBLICITA-

L’obbiettivo dichiarato per l’equipaggio targato Audi è il podio nella categoria della Auto.

 

Carlos Sainz parla della sua Dakar 2023: I regolamenti non hanno aiutato Audi

Le parole di Carlos Sainz sono molto chiare in vista della prossima Dakar, dato che per lui e Lucas Cruz l’obbiettivo principale sarà quello di ottenere il podio alla fine della manifestazione.

Nonostante ciò, l’esperto pilota della Audi ha parlato a suo modo del regolamento, che a suo parere non ha aiutato il team nella creazione della vettura:

Non mi piace creare polemiche e nemmeno entrare troppo nei dettagli, ma dirò che sono rimasto sorpreso dal fatto che i regolamenti non abbiano aiutato una Casa come Audi, che ha avuto il coraggio di provare a entrare in questo tipo di propulsione sostenibile.

La navigazione negli ultimi tre anni è cambiata parecchio, rendendo le cose più difficili apposta. Per me è una strada sbagliata quella che è stata presa, una gara deve vincerla chi va più veloce, seguendo il cammino dettato dal Road Book, ma invece abbiamo avuto problemi e gran confusione in alcuni punti, dove non era molto chiaro dove dovessimo andare. La differenza la fa il Road Book e come lo si interpreta, se ci si riesce.

Io ho la fiducia totale nei confronti di Lucas (Cruz, ndr), abbiamo già vinto la Dakar insieme e ci aiutiamo a vicenda. L’obbiettivo per noi è il podio, e quest’anno sarà una bella sfida, dato che basta un errore e sei fuori dai giochi“.

Carlos Sainz e Lucas Cruz saranno alla guida della Audi RS Q e-tron E2, una versione 2.0 della vettura che lo scorso anno ha vinto quattro tappe con l’iberico e lo svedese Mattias Ekstroem alla guida.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
2 Commenti