Ad imageAd image

Floyd Mayweather e la saga dei fratelli Paul, ora vuole Jack

Alessandro Podio
Alessandro Podio
3 minuti di lettura
Floyd Mayweather e la saga dei fratelli Paul, ora vuole Jack
Contenuti dell'articolo

Floyd Mayweather, a quanto pare, ama l’idea di scambiare pugni e fare soldi organizzando incontri con i fratelli Paul, dopo Logan tocca ora a Jake.

Il pugile, inserito nella Hall of Fame, ha proposto questa suggestione non priva di frecciatine, parlando del suo prossimo incontro a Saitama in Giappone, contro il fighter di arti marziali miste

- PUBBLICITA-

della RIZIN Mikiru Asakura.

Il quarantacinquenne Floyd Mayweather ha elogiato jake Paul per il suo fiuto per gli affari, avvertendolo però che si sarebbe messo nei guai se avesse combattuto contro un “vero pugile”.

Lo sfacciato e controverso Paul, che vanta un record di 5-0 con quattro KO, si è fatto un nome nella boxe producendosi in KO da urlo contro pugili non professionisti (due ex combattenti di MMA,

Ben Askren e Tyron Woodley, un ex giocatore dell’NBA, Nate Robinson, e un collega YouTuber, AnEsonGib).

Ricordiamo che Mayweather ha affrontato il fratello maggiore di Paul, Logan Paul, l’anno scorso in un incontro di esibizione distribuito in pay-per-view da Showtime.

In vista di quell’evento, Mayweather, che si è ritirato nel 2017 dopo aver sconfitto Conor McGregor, è stato coinvolto in un battibecco con il più giovane Paul, che gli ha strappato il cappello.

 

Floyd mayweather avvisa Jake Paul

Floyd Mayweather avverte il pugile youtuber: “Jake Paul al momento, per quello che sta facendo, è bravo, ma ho paura che quando combatterà contro un vero pugile si farà male.

Ma una cosa mi piace di lui, si sa vendere e sta guadagnando bene. È divertente. Mi piace

Finché continuerà a combattere contro i ragazzi delle MMA e gli YouTubers, continuerà a fare bella figura e a brillare, ma quando combatterà contro un vero pugile, un pugile che sa

combattere davvero, non sarà più così brillante“.

Floyd Mayweather ha ricordato che Paul una volta ha detto di non essere interessato a “combattimenti da esibizione”, suggerendo che i due potrebbero combattere sul serio.

Credo che una volta Paul si sia seduto in un podcast e ne abbia parlato dicendo di non voler fare un’esibizione contro di me. Ha detto che fa solo incontri veri’, inoltre io ovviamente non posso

salire di peso, ma lo affronterei in un vero incontro al peso che ho“.

Uno dei limiti ad un ipotetico incontro sarebbe appunto la diversa classe di peso dei 2 pugili.

Poco dopo la diffusione dei commenti di Mayweather, Paul ha risposto su Twitter, dicendo che avrebbe messo al tappeto l’ex campione entro sei round e ha pregato il direttore di Showtime Sports

Stephen Espinoza di organizzare l’incontro con una battuta: “mio fratello ti ha portato alla distanza. Io ti farei fuori in 6 riprese“.

Floyd Mayweather e la saga dei fratelli Paul, ora vuole Jack

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Un milanese trapiantato a Misano Adriatico. Giornalista freelance dal 2005, collaboro con diverse testate giornalistiche locali e nazionali. Mi occupo prevalentemente di sport, che seguo a 360 gradi, con particolare attenzione al calcio, arti marziali e sport da combattimento in genere, ma seguo (e scrivo) volentieri di qualsiasi competizione esistente. Infine, attualmente curo la sala stampa per due festival del cinema della città di Ravenna.
Lascia un commento