Ad imageAd image

Italbasket: A Pesaro passa la Spagna dopo un supplementare

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Italbasket: A Pesaro passa la Spagna dopo un supplementare

L’Italbasket non riesce a battere la Spagna a Pesaro nonostante un’ottima prestazione da parte della squadra di Coach Pozzecco.

Nonostante un roster che non ha visto presenti i giocatori impegnati in Eurolega, gli azzurri sono comunque riusciti a dare del filo da torcere agli spagnoli, che hanno avuto più benzina nel finale di gara e sono arrivati sani e salvi al traguardo.

- PUBBLICITA-

Finisce 88-84 dopo un supplementare in favore degli iberici, che complicano così il cammino degli azzurri verso il Mondiale.

 

L’Italbasket non va oltre la sconfitta a Pesaro contro la Spagna

Ottima prova dell’Italbasket allenata da Gianmarco Pozzecco, che senza i big dell’Eurolega ha dato del filo da torcere alla Spagna, ma non è riuscita, dopo un tempo supplementare, a portare a casa la vittoria.

Una serata negativa con i tiri da tre, in particolare nei primi tre quarti, e i troppi rimbalzi concessi alla Spagna in attacco, non ha però rovinato un ultimo periodo dove l’Italia è riuscita a giocare a cuore aperto contro le più forti Furie Rosse allenate da Sergio Scariolo, anche se i ventotto punti di Jaime Fernandez, migliore in campo, hanno fatto male.

Infatti, i venti punti realizzati da Nico Mannion, i dodici di Paul Biligha e i dieci di Marco Spissu hanno tenuto comunque in piedi gli azzurri in una gara aperta dal primo all’ultimo e finita tra gli applausi della Vitifrigo Arena.

Per qualificarsi al Mondiale del prossimo anno, l’Italia dovrà vincere due delle ultime tre gare, contro Georgia (14 Novembre), Ucraina e Spagna il prossimo Febbraio.

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
1 commento