The Shield Of Sports
News dal mondo degli sport

Michelin soddisfatta dello sviluppo delle gomme sulle Hypercar

L'azienda francese ha concluso la prima fase di test

Michelin si è detta soddisfatta del livello raggiunto dalla Toyota GR010 Hybrid che correrà nella categoria Hypercar nel FIA World Endurance Championship.

Le dichiarazioni di Michelin

Matthieu Bonardel, direttore della sezione Motorsport di Michelin, ha dichiarato che lo sviluppo delle gomme nella categoria Hypercar sta andando molto bene; proprio Toyota ha svolto la scorsa settimana dei test al Circuito Paul Ricard mentre la stessa Michelin ha ammesso che la Glickenhaus ha ancora un po’ di lavoro da fare per sviluppare la proprie gomme.

Bonardel ha dichiarato. “L’inverno è stato buono, ci sono state un po’ di difficoltà dovute alle restrizioni dovute dal COVID-19 ed alla mancanza di macchine da poter testare ma per adesso siamo certi che la Toyota GR010 Hybrid si è comportata molto bene. La casa giapponese è stata capace anche di dedicare del tempo allo sviluppo delle gomme, abbiamo condotto dei test sia su grandi che su piccole distanze; solo una tornata di test ad Aragon è stata posticipata causa neve, non era necessario sviluppare pneumatici da neve.”

La Michelin ha anche fatto sapere che è dovuto intervenire sul bilanciamento delle gomme a causa dell’aumento di peso tra LMH ed LMDh che si assesta nell’ordine dei 70 kg in più per le ibride.

Bonardel ha continuato: “La prima produzione non era indirizzata sul bilanciamento dei pesi, ma ci siamo poi accorti che uno spostamento dei pesi sulla macchina comportava anche un lavoro in più da parte nostra. Le simulazioni erano corrette ma le macchine sono leggermente cambiate in base ai regolamenti e questo ci ha portato a rivedere la stabilità del posteriore di modo che non ci fosse sovrasterzo. Credo che il nostro lavoro sulle trazioni integrali sia a buon punto, ora dobbiamo lavorare sulle trazioni posteriori.

Riguardo alla nuova categoria LMDh, Bonardel ha aggiunto: “Saranno più difficili da guidare rispetto alle LMP1 perchè sono più pesanti specie al posteriore. Abbiamo notato un 40-60% in più di usura al posteriore a causa delle appendici aerodinamiche, dovremmo lavorarci ancora un po’. Per quanto riguarda la LMP1 non ibride, saranno certamente più lente; il che significa che non solo non potranno replicare il 3.15 a Le Mans come lo scorso anno, ma soprattutto che le gomme faticheranno ad entrare in temperatura. Il nostro obiettivo, nonostante il divieto del WEC, sarà di dare comunque delle gomme performanti anche a chi non correrà con le Hypercar ibride.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Abbiamo aperto il nostro canale Telegram! Rimani sempre aggiornato CLICCA QUI.

Michelin soddisfatta dello sviluppo delle gomme sulle HypercarSeguici su Google News

Ricevi aggiornamenti in tempo reale sul tuo dispositivo! Iscriviti ora!

Lascia una risposta