Ad imageAd image

MotoGP 2022: Bagnaia vince a Misano

Pasquale Basile
Pasquale Basile
4 minuti di lettura
MotoGP 2022: Bagnaia vince a Misano
MotoGP 2022: Bagnaia vince a Misano

MotoGP: Francesco Bagnaia vince al fotofinish il GP di San Marino, davanti a Enea Bastianini e Maverick Vinales.

Un finale al cardiopalma quello di Misano, che ha visto i due futuri compagni di scuderia affiancati sulla linea del traguardo, anche se ad avere la meglio è stato il piemontese.

- PUBBLICITA-

Per Bagnaia è la quarta vittoria consecutiva, la sesta quest’anno. Dodicesimo posto per Andrea Dovizioso nella sua ultima gara in carriera.

 

MotoGP: Francesco Bagnaia trionfa a Misano davanti a Bastianini

MotoGP: Bagnaia e Bastianini, i due futuri compagni di squadra del team Ufficiale Ducati, chiudono appaiati l’appuntamento nella Riviera Romagnola, ma è il piemontese a spuntarla, riducendo il distacco nei confronti di Quartararo, quinto nella gara di oggi. Menzione d’onore pe Andrea Dovizioso, che ha concluso dodicesimo nella gara di casa, l’ultima della carriera in MotoGP.

Alla partenza, Jack Miller mantiene la propria posizione, mentre Bagnaia, partito quinto, parte benissimo ed Enea Bastianini resta al secondo posto. I primi giri hanno visto tre incidenti in punti diversi:Il primo. alla prima curva, ha visto coinvolti Johann Zarco, Pol Espargaro e Michele Pirro, tutti ritirati, Jack Miller, che si è rialzato e ha continuato nelle retrovie, così come Marco Bezzecchi.

Altro ritirato è Franco Morbidelli, caduto insieme con Fabio di Giannantonio, con il secondo che ha ripreso la sua corsa. Il piemontese della Ducati supera il suo futuro compagno di squadra al terzo giro per prendere il comando della gara, con Luca Marini e Maverick Vinales che bussano alla porta dei due.

Altro pilota chiamato alla rimonta è Fabio Quartararo, partito ottavo, che al sesto giro approfitta di un errore di Aleix Espargaro, balzando al quinto posto e avvicinandosi a suon di tempi record al quartetto di testa.

Uno dei piloti del gruppo di testa, ovvero Vinales, viene punito dalla direzione gara della MotoGP per aver superato i limiti del tracciato, con un Long Lap Penalty in vista nel caso di ulteriore atto. Enea Bastianini prova a riprendersi il comando negli ultimi giri, ma anche lui è vittima dei provvedimenti dell’ufficio gara, così come l’altro italiano alla guida della Rossa, Bagnaia.

Pecco e la Bestia staccano gli avversari e si giocano il GP di San Marino negli ultimi quattro giri, girando a un ritmo che per gli altri è impossibile da sostenere. Alla fine è Francesco Bagnaia a vincere la corsa, davanti a Enea Bastianini, affiancato al pilota della Ducati Ufficiale, e Maverick Vinales, che completa il podio. Solo quinto il leader della classifica mondiale, Fabio Quartararo, che ha chiuso dietro a Luca Marini.

Quarto successo di fila in MotoGP per Bagnaia, che accorcia le distanze sul francese della Yamaha, e record per sé e la scuderia, dato che è il primo ad aver ottenuto questo traguardo nella classe regina.

 

MotoGP 2022 – GP di San Marino: La Top 10

  1. Francesco Bagnaia
  2. Enea Bastianini
  3. Maverick Vinales
  4. Luca Marini
  5. Fabio Quartararo
  6. Aleix Espargaro
  7. Alex Rins
  8. Brad Binder
  9. Jorge Martin
  10. Alex Marquez

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento