NascarMotori

NASCAR a Bristol: It’s Dirt Time BABY!

NASCAR a Bristol: It's Dirt Time BABY!

Bristol per la NASCAR nel 2021 è sinonimo di sterrato. Domenica 28 alle 20.30 ci sarà il via alla gara più strana di tutta la stagione Cup Series.

It’s Dirt Time per la NASCAR in questo 2021. Sono passati più di 50 anni da quando la NASCAR Cup Series ha gareggiato sullo sterrato per la prima volta.

Anche se va detto che detto che l’ultima volta che si è corso sullo sterrato con le auto NASCAR correva ancora l’Hall of Famer Richard Petty, vincitore della gara il 30 settembre 1970 al North Carolina State Fairgrounds a Raleigh, North Carolina. Quella è stata l’ultima volta in cui la NASCAR Cup Series ha gareggiato su una pista sterrata.

Ora, 50 anni dopo, la serie sta tornando alle sue radici nella Food City Dirt Race di questo fine settimana sul Bristol Motor Speedway Dirt track (20:30 GMT+1 sul Trackpass). Per creare il circuito artificiale sono state trasportate più di 20.000 tonnellate di terriccio per realizzare la superficie della pista sterrata sopra al circuito pre-esistente.

NASCAR a Bristol: un ritorno alle origini

La NASCAR Cup Series ha una lunga eredità di corse su piste sterrate prima dell’era moderna (1972-oggi), dal 1949 al 1970 la serie ha gareggiato in 501 gare su sterrato. La primissima gara sanzionata della NASCAR Cup Series nella stagione inaugurale del 1949 fu su uno sterrato al Charlotte (Old) Speedway, una pista di 0.75 miglia a Charlotte, nella Carolina del Nord e l’evento fu vinto da Jim Roper alla guida di una Lincoln.

Top 10 Vincitori sullo sterrato
PosizionePilotaVittorie
1Lee Petty43
2Buck Baker42
3Herb Thomas41
4Tim Flock36
5Ned Jarrett35
6Richard Petty31
7David Pearson23
8Junior Johnson23
9Speedy Thompson18
10Fireball Roberts15
Fonty Flock15

 

In totale, le 501 gare in modalità Dirt Cup hanno prodotto 76 diversi vincitori. Il NASCAR Hall of Famer Lee Petty guida la serie nelle vittorie sui tracciati in terra con 46 vittorie, seguito da Buck Baker con 42 e Herb Thomas con 41.

Questa settimana i concorrenti correranno sulla pista sterrata del Bristol Motor Speedway che misurata esattamente 0.5 miglia (poco meno di 1 km). L’evento di questo fine settimana sarà di 125 miglia (250 giri) di lunghezza. La gara sarà suddivisa in tre fasi. Le prime due fasi sono di 75 giri ciascuna e la fase finale di 100 giri.

Inoltre, la NASCAR ha istituito un formato speciale per le qualifiche che include delle gare di qualificazione, definite gare heat, molto simile a quello che ha fatto la NASCAR Camping World Truck Series all’Eldora Speedway, per decidere la griglia di partenza.

La trasformazione del circuito di Bristol per la NASCAR CUP
La trasformazione del circuito di Bristol per la NASCAR CUP

Bristol Motor Speedway Dirt – Qualifiche e formato della gara

Sono previste quattro gare di qualificazione con 39 partecipanti in gara. Le prime tre gare di qualificazione, avranno 10 piloti ciascuna e la quarta gara di qualificazione avrà nove piloti iscritti.

Per le gare di qualificazioni sono state sorteggiate le seguenti posizioni:

#00 Quinn Houff e # 5 Kyle Larson partiranno in prima fila nella prima manche di qualificazione. La seconda manche di qualificazione vedrà #2 Brad Keselowski e # 66 Mike Marlar in testa verso la ricerca della qualifica. Nella terza manche di qualificazione, # 48 Alex Bowman e # 53 JJ Yeley occupano la prima fila, con # 7 Corey LaJoie e # 21 Matt DiBenedetto in prima fila per la manche finale.

Per vedere la lista completa, si consiglia la visione di questo link

Di seguito sono riportati i dettagli sulle qualifiche e sul formato della gara 2021 a Bristol:

Formazione di partenza della gara heat  – L’estrazione casuale determina la designazione della gara heat e la posizione di partenza per la qualifica. Il sorteggio sarà in ordine di punti.
Gare di qualificazione – Quattro gare di qualificazione disputate a 15 giri ciascuna con solo i giri con bandiera verde contati – nessuna regola per i tempi supplementari. Saranno in vigore le procedure di free pass e wave around.
Punti per il sorpasso – I piloti accumuleranno punti nelle gare heat in base alla posizione di arrivo e ai punti di sorpasso. Il totale dei punti determina la posizione di partenza per l’evento caratteristica.
Punti di passaggio – Per punti di passaggio s’identifica la differenza tra la posizione di partenza assegnata e la posizione di arrivo
Superare permette di accumula punti di passaggio
Essere superato o finire nella posizione di partenza non toglie punti né permette di accumularli
Punti per posizione: nelle gare heat, ogni posizione permette di guadagnare dei punti CUP Series

Posizione FinalePunti
110
29
38
47
56
65
74
83
92
101

 

Caratteristica unica della corsa – La griglia di partenza sarà basata sui punti combinati della posizione finale della gara heat e dei punti di sorpasso. La gara sarà di 250 giri divisi in tre fasi: 75/150/250) . L’ordine di ingresso sulla pista verrà congelato alla conclusione di ogni fase. Durante le pause e i conseguenti pit stop, le squadre possono cambiare le gomme, aggiungere carburante e apportare modifiche alle loro auto.

Questi pit stop devono essere completati in un tempo stabilito dalla NASCAR (TBD). Nessun pit stop in corsa tranne che nelle pause predefinite.

(Nota: le squadre non saranno obbligate a rientrare ai box durante le pause. Le squadre che scelgono di non rientrare ai box riprenderanno prima delle squadre che si sono fermate ai box. Ordine di ripartenza determinato dal congelamento al termine della fase precedente)

Sei diversi vincitori nelle prime sei gare, la serie continua

Kyle Larson dell’Hendrick Motorsport ha dominato l’Atlanta Motor Speedway lo scorso fine settimana, sarebbe riuscito ad interrompere la serie di vincitori unici che sta caratterizzando l’inizio della stagione 2021 della NASCAR Cup Series.

Ma negli ultimi giri della gara di Atlanta, Ryan Blaney del Team Penske ha superato Larson per mantenere viva la serie di vittorie, rendendo la stagione 2021 l’ottavo anno che inizia con sei diversi vincitori assieme alle stagioni 2014, 2003, 2001, 2000, 1991, 1986, 1984.

Ora la NASCAR Cup Series si sta dirigendo verso il jolly della stagione. Vedremo il settimo vincitore diverso al Bristol Motor Speedway Dirt?

Solo quattro stagioni nella NASCAR Cup Series Modern Era (1972-Presente) sono iniziate con sette diversi vincitori: 2014, 2003, 2000 e 1991.

Il record di vincitori diversi, nell’era moderna, in una stagione della NASCAR Cup Series è di 10 nel 2000. Dale Earnhardt Jr. ha interrotto questa striscia vincendo la sua seconda gara della stagione 2000 a Richmond (Gara n. 11).

Nell’era moderna (1972-2021), il record di diversi vincitori nella NASCAR Cup Series, in una singola stagione, è di 19 piloti nel 2001. La serie ha anche visto un totale di 18 vincitori diversi due volte – nel 2002 e nel 2011. La scorsa stagione la serie ha prodotto 13 diversi vincitori.

Bristol Motor Speedway: quali piloti hanno già corso sullo sterrato?

Quando inizi a pensare ai piloti della NASCAR Cup Series che si sono fatti le ossa sulle piste sterrate di questo paese, alcuni nomi come Kyle Larson, Christopher Bell, Tyler Reddick e Chase Briscoe saltano subito all’occhio, ma la cosa più sorprendente e che ci sono diversi piloti che, nel corso degli anni, si sono dilettanti nello sterrato.

Sei dei sette vincitori delle gare della NASCAR Camping World Truck Series all’Eldora Speedway sono iscritti questo fine settimana: Austin Dillon (2013), Bubba Wallace (2014), Christopher Bell (2015), Kyle Larson (2016), Chase Briscoe (2018) e, al debutto in NASCAR Cup Series questo fine settimana, Stewart Friesen (2019).

In totale, 17 piloti iscritti alla Food City Dirt Race di questo fine settimana sul Bristol Motor Speedway Dirt track hanno gareggiato sullo sterrato dell’Eldora Speedway nella NASCAR Camping World Truck Series dal 2013 al 2019.

Chi sono gli outsider sullo sterrato?

Un pilota che ha brillato ogni volta che si è messo al volante su sterrato a Eldora è stato Chase Briscoe della Stewart-Haas Racing. Non solo il candidato debuttante Sunoco 2021 ha una vittoria in pista (2018), ma guida anche tutti i piloti attivi della Coppa con precedenti partenze ad Eldora con una posizione media finale vicina al terzo posto su tre partenze.

Altri volti nuovi da tenere d’occhio questo fine settimana sono Stewart Friesen di Spire Motorsport, Chris Windom di Rick Ware Racing e Shane Golobic di Live Fast Motorsport, che hanno un ottimo passato nelle corse sullo sterrato.

Stewart Friesen piloterà la Chevrolet No.77 Spore Motorsports al suo debutto in serie questo fine settimana. È l’ultimo vincitore sul circuito di Eldora nella Camping World Truck Series (2019). Friesen è un pilota pluridecorato delle corse Autocross con oltre 330 vittorie nella sua carriera sullo sterrato, carriera che è iniziata nel 1999.

Shane Golobic, 25 anni, è un giovane pilota di talento con capacità di adattarsi a varie superfici e auto da corsa. Ha fatto tre partenze nell’ARCA Menards Series West con due piazzamenti nella top 10.

Golobic è anche un vincitore di World of Outlaw Feature, USAC National Midget Feature Winner, 2016 Trophy Cup Champion, 2014 Civil War Series Champion, 2012 e 2014 Ocean Speedway Champion, 2009 Calistoga Speedway Champion e ha ottenuto oltre 45 vittorie in carriera. Golobic piloterà la Ford No. 78 Live Fast Motorsports questo fine settimana.

Chris Windom, originario di Canton, nell’Illinois, è stato il settimo pilota a completare una Triple Crown dello United States Auto Club (USAC) vincendo titoli in sprint, midget e Silver Crown.

Windom ha vinto l’USAC National Sprint Car Championship 2017, l’USAC Silver Crown Championship 2016 e il campionato National Midget Car 2020. È anche due volte campione Indiana Sprint Week (2011, 2018) e Eastern Storm (2017, 2018) e due volte vincitore della Little 500 (2011, 2015). Windom ha corso cinque volte nella NASCAR Camping World Truck Series, di cui due all’Eldora Speedway, dove ha ottenuto il 14° posto come miglior piazzamento.

La sfortuna di Larson lo seguirà a Bristol?

La scorsa domenica, Kyle Larson ha subito uno straziante secondo posto dietro a Ryan Blaney all’Atlanta Motor Speedway dopo aver dominato l’evento e vinto i primi due stage. È la quarta volta nella carriera di Larson in cui riesce a vincere gli stage senza però vincere la corsa.

Ora, il 28enne, cercherà sicuramente di vincere la corsa in un ambiente a lui familiare. Molti piloti hanno corso sullo sterrato prima di raggiungere la NASCAR Cup Series, ma nessuno è arrivato con un tale prestigio, costruito sul successo delle gare di dirt, come quello di Kyle Larson.

Riuscirà Kyle Larson a imporsi sullo sterrato di Bristol?
Riuscirà Kyle Larson a imporsi sullo sterrato di Bristol?

Il nativo della California, in effetti, ha vinto in tutte le serie di corse in cui ha gareggiato (NASCAR Cup, NASCAR Xfinity, NASCAR Camping World Truck, K&N East / West, ARCA, Sprint Car, Midget, Silver Crown, Late Model e IMSA).

In particolare, Larson ha ottenuto sette vittorie nella NASCAR Cup Series e ha vinto due volte il prestigioso Chili Bowl Midget Nationals nel 2020 e 2021, la NASCAR All-Star Race nel 2019 e il Rolex 24 a Daytona nel 2015.

Ha anche vinto il 2011 4-Crown Nationals all’Eldora Speedway, vincendo in tutti e tre i tipi di auto USAC in una sola notte, ed è divenuto il secondo pilota nella storia a portare a termine l’impresa.

Ma la leggenda di Larson non finisce qui. Nel 2020, ha compiuto uno degli anni più impressionanti nella storia delle corse su sterrato. Mentre guidava principalmente auto sprint, ha collezionato 46 vittorie su 97 partenze.

Larson ha vinto la World of Outlaws Sprint Car Series con 12 vittorie nonostante abbia gareggiato solo in 26 dei suoi 54 eventi e si è assicurato la sua prima vittoria nella Lucas Oil Dirt Late Model Series.

Larson ha anche gareggiato in tre gare della NASCAR Camping World Truck Series all’Eldora Speedway, ottenendo una vittoria nel 2016 e una posizione media di 9.67.

Il ritmo costante di Denny Hamlin lo ha portato in vetta

Il pilota di Joe Gibbs Racing Denny Hamlin è in testa nella classifica piloti della NASCAR Cup Series, con 43 punti di vantaggio su Kyle Larson, grazie al suo quinto posto medio nelle prime sei gare dell’anno.

Sebbene Hamlin non abbia ancora fatto visita alla Victory Lane in questa stagione, è stato molto coerente e guida la serie 2021 grazie ad un ritmo costante in ogni corsa finora disputata.

Questa sarà la prima volta che Hamlin gareggerà su una pista sterrata in un evento della serie nazionale NASCAR, ma ha trovato il successo sulla pista asfaltata di Bristol due volte (2012, 2019).

Ryan Blaney è qualificato per i playoff e per l’All-Star

Per la prima volta nella sua carriera, Ryan Blaney è il primo dei tre piloti Penske ad ottenere una vittoria durante la stagione e si è così qualificato per i playoff e nella NASCAR Cup Series All-Star Race al Texas Motor Speedway il 13 giugno.

Ora Blaney è al settimo posto nella classifica piloti della NASCAR Cup Series 83 punti dietro Denny Hamlin.

Ryan Blaney seguirà i consigli del padre per la tappa di Bristol?
Ryan Blaney seguirà i consigli del padre per la tappa di Bristol?

Il padre di Blaney, Dave Blaney, è un pilota di dirt di successo che si è guadagnato il nome di “Buckeye Bullet”, in una recente dichiarazione ha rivelato che ha dato diversi consigli al figlio su come poter vincere la corsa di domenica a Bristol. Ryan Blaney è uno dei 17 piloti che hanno gareggiato nella NASCAR Camping World Truck Series a Eldora, partendo due volte e con una posizione finale media pari al 9° posto.

Stewart Friesen debutta in NASCAR al Bristol Dirt

La Spire Motorsports ha annunciato la scorsa settimana che Stewart Friesen guiderà l’auto n. 77 sullo sterrato al Bristol Motor Speedway il 28 marzo, con Halmar International come partner principale. L’auto sarà adornata con i tradizionali colori Halmar di Friesen e sarà preparata per la competizione da Spire e guidata dal capo squadra Kevin Bellicourt.

Stewart Friesen debutta in NASCAR al Bristol Dirt
Stewart Friesen debutta in NASCAR al Bristol Dirt

Friesen correrà diverse volte sulla terra battuta di Bristol questa primavera. Oltre alla NASCAR Cup Series Food City Dirt Race del 28 marzo, Friesen parteciperà anche alla NASCAR Camping World Pinty’s Truck Race on Dirt il 27 marzo, alla World of Outlaws Late Model Series Bristol Bash il 9 e 10 aprile e la serie Super Dirt Car Big Block modificata il 23 e 24 aprile.

Friesen, che ha ottenuto oltre 330 vittorie in carriera nelle gare su sterrato, ha vinto l’ultima volta che la NASCAR Camping World Truck Series ha corso su sterrato all’Eldora Speedway nel 2019.

“È un sogno che si avvera poter competere nella Cup Series”, ha dichiarato Friesen. “È l’apice degli sport motoristici in Nord America. Essendo io stesso un appassionato di corse, è sempre stato qualcosa che ho sempre sognato di fare “.

 

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Abbiamo aperto il nostro canale Telegram! Rimani sempre aggiornato CLICCA QUI.

IndyCar Series: ci saranno test simulativi dell'ibridoSeguici su Google News