The Shield Of Sports
News dal mondo degli sport

Phil Mickelson Difenderà Il Titolo Sul PGA Tour?

Phil Mickelson si è ritirato a vita privata 8 giorni prima del PGA Championship

Phil Mickelson è una leggenda del Golf, con sei Magor vinti, Top59 nel ranking mondiale per oltre 25 anni consecutivi, e l’ultima grande competizione vita avvenuta solo un anno fa. Se non ci fosse stato Tiger Woods, altra leggenda del Golf, Mickelson sarebbe il golfista più forte dell’era contemporanea.

Ma è da qualche mese che Phil Mickelson si è ritirato a vita privata quasi fosse un eremita, non facendosi più vedere sui campi da golf ufficiali. Da qui, la domanda sorge spontanea: parteciperà al PGA Championship?

Phil Mickelson: partecipazione al PGA Championship in dubbio

E’ da mesi che in molti si pongono il quesito di che fine abbia fatto Phil Mickelson, chiamato anche “Lefty”, in quanto risulta regolarmente iscritto al PGA Championship che si disputerà il 19 maggio. Ma nessuno è certo della sua effettiva partecipazione, neanche l’amministratore delegato del PGA Seth Waugh, tra le ultime figure pubbliche ad aver parlato con Mickelson.

Alcune persone affermano di averlo visto giocare al campo californiano del Rancho Santa Fe Golf Club, ma è ancora in dubbio il ritorno effettivo sui campi da golf.

Ma la vicenda del 51enne di San Diego non è finita qui, in quanto si è ritrovato in un turbine di polemiche che vi spiegherò nel paragrafo successivo.

Phil Mickelson tra insulti razziali e il vizio del gioco

Il 17 maggio uscirà la biografia di Phil Mickelson, scritta dal giornalista americano Alan Shipnuck, del quale sono state diffuse alcune righe del testo come anticipazione presso la testata “Golf Digest”, che hanno fatto scatenare subito una polemica.

“Gli arabi sono dei bastardi con i quali fare affari” queste le parole affermate da Mickelson riportate da Shipnuck, ma non è finita qui: “Hanno ucciso il giornalista Khashoggi e hanno già una reputazione orribile sui diritti umani.”

“Basta essere gay per subire una condanna. Ho preso in considerazione il loro progetto solo per la possibilità di costringere in tal modo il PGA Tour a una riforma, noi giocatori non guadagniamo abbastanza“.

Considerato che Phil Mickelson ha già ricevuto dagli sceicchi oltre 28milioni di euro per il progetto da loro proposto, sapendo inoltre come avrebbero potuta prendere dalle parti di Riad, una dichiarazione del genere ha messo il golfista tra l’incudine e il martello, con gli sponsor che si sono dileguati quasi subito.

Tale posizione si può comprendere a pieno facendo un balzo indietro di 1 anno, quando i sauditi hanno proposto ai campioni del golf un progetto che potesse affermarsi come un’alternativa alle federazioni americane già esistenti. Un piano ambizioso che inizierà a sfidare lo status quo già dal prossimo giugno.

Phil Mickelson non ha tardato ad accettare l’offerta proposta dagli arabi, interessato all’iniziativa invisa al PGA, così come altri suoi colleghi tra i quali troviamo l’australiano Greg Norman, pioniere dell’operazione.

Altra domanda più che lecita è la seguente: perché tanta fame di soldi da parte di un giocatore che nella sua carriera ha guadagnato oltre 100 milioni di euro solo in premi, senza prendere in considerazione sponsor e pubblicità?

Il motivo è presto detto: Mickelson ha da sempre avuto il brutto vizio del gioco, del quale non si è mai liberato e che si è tramutata, nel corso del tempo, ad una vera e propria malattia. Una dipendenza che lo ha portato a scommettere dallo sport ai risultati politici, fino ad arrivare alle previsioni del meteo.

Basta pensare che tra il 2010 e il 2014, periodo peggiore per la sua dipendenza, è arrivato a perdere 38milioni di euro. Tanto guadagnava, tanto perdeva, tanto da accettare un’offerta discutibile come quella araba, solo per il bisogno di incassare.

Se Phil Mickelson dovesse giocare al PGA Championship, significherebbe restituire quanto ricevuto dagli sceicchi, mentre il rapporto con i sauditi difficilmente tornerà come quello di un tempo.

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Per farti due risate a tema wrestling, segui i nostri amici di Spear Alla Edge su Instagram!

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News

Ricevi aggiornamenti in tempo reale sul tuo dispositivo! Iscriviti ora!

Lascia una risposta