Ad imageAd image

Tour of Britain 2022 cancellato per la morte della Regina Elisabetta

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Tour of Britain 2022 cancellato per la morte della Regina Elisabetta

Tour of Britain: La corsa ciclistica in corso in questi giorni è stata cancellata a causa della morte della Regina Elisabetta.

Mancavano tre tappe alla conclusione della corsa, quando l’organizzatore dell’evento ha deciso, in accordo con quanto avvenuto ieri, di non disputare il resto della manifestazione.

- PUBBLICITA-

Gonzalo Serrano della Movistar era il leader della classifica generale e di fatto vincerà la corsa.

 

Tour of Britain cancellato per lutto regale: Serrano vince la corsa

Tour of Britain: A tre tappe dalla fine della corsa, la manifestazione è stata cancellata a causa della morte della Regina Elisabetta, deceduta ieri a 96 anni.

Tutto ciò segue quanto avvenuto negli altri sport a livello locale, dove le gare sono state cancellate in segno di rispetto dei dieci giorni di lutto nazionale dati nel caso della morte dell’alta carica dello stato. L’organizzatore della corsa ha dichiarato che la tappa di oggi, da Tewkesbury a Gloucester, non si sarebbe disputata, e le ultime due sarebbero state cancellate.

Gonzalo Serrano, ciclista spagnolo della Movistar, era al comando della classifica generale e vincerà la corsa in quanto i punti conteranno per la classifica a squadre della UCI. La squadra è nella lotta per non retrocedere nel WorldTour e i punti guadagnati saranno importanti per la lotta alla salvezza.

 

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento