Ad imageAd image

AIA: Arrestato il procuratore capo D’Onofrio per traffico di droga

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
AIA: Arrestato il procuratore capo D'Onofrio per traffico di droga

AIA: Rosario d’Onofrio, procuratore capo dell’associazione arbitri è stato arrestato per traffico internazionale di droga.

Un paio di giorni fa c’è stata una operazione della Guardia di Finanza che ha portato a quarantadue arrestati per traffico di droga, tra questi è coinvolto anche l’ex ufficiale dell’Esercito.

- PUBBLICITA-

Ciò ha scatenato un terremoto all’interno della AIA in merito alla persona, che aveva già avuto problemi, come si legge in un comunicato diffuso dalla associazione.

 

AIA: Arrestato Rosario d’Onofrio per traffico internazionale di droga

Tra i quarantadue arrestati dalla Guardia di Finanza per una operazione legata al traffico internazionale di droga, spunta anche il nome di Rosario d’Onofrio, procuratore capo dell’AIA ed ex Ufficiale dell’Esercito.

Chi è coinvolto nell’arresto è accusato di aver introdotto in Lombardia più di sei Tonnellate di droga tra hashish e marijuana, oltre a ricariche per sigarette elettroniche a base di cannabinoidi, tutte sequestrate nel corso dell’operazione.

L’AIA, nel frattempo, ha pubblicato un comunicato in merito alla sua posizione nel caso D’Onofrio, affermando che Alfredo Trentalange, ex arbitro, oggi a capo della associazione degli arbitri, lo aveva dimesso dall’incarico senza specificarne il motivo. Nei giorni precedenti all’arresto, è stato deferito dalla procura federale della FIGC in merito a una questione avvenuta con un assistente di Serie A.

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
1 commento