Ad imageAd image

Bill Belichick difende Stevenson dopo il match con i Bengals

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Bill Belichick difende Stevenson dopo il match con i Bengals

Bill Belichick ha difeso il Running Back Rhamondre Stevenson dopo il fumble che è costato il match di ieri ai Patriots contro i Bengals.

L’Head Coach della formazione sconfitta ha continuato ad elogiare il giovane giocatore al secondo anno nella lega per il lavoro svolto nel corso della stagione.

- PUBBLICITA-

Attualmente, i Pats sono ancora in corsa per un posto ai playoff nonostante il record attuale di 7-8, che li porta al terzo posto ex aequo con i New York Jets nella AFC East.

 

Bill Belichick: Sono stati bravi loro a far perdere palla a Stevenson

Nella conferenza stampa post partita dell’Head Coach dei New England Patriots, Bill Belichick, che hanno perso nel tentativo di rimontare i Cincinnati Bengals per 22-18, ha difeso il suo running back, Rhamondre Stevenson, colpevole per molti della sconfitta di ieri.

Non rimprovero Stevenson per quanto è avvenuto ieri. La sua sicurezza è stata costante tutto l’anno. Aveva le mani sul pallone e lo hanno rincorso, per poi fargli perdere palla. Sono stati bravi loro. Nonostante ciò, lui è uno dei nostri migliori giocatori ed è un ottimo competitor”, ha dichiarato l’allenatore veterano.

Nonostante la sconfitta, i New England Patriots sono ancora in lizza per un posto ai playoff con il loro 7-8 e il terzo posto nella AFC East, insieme con i New York Jets, a due giornate dalla fine della Regular Season.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento