Ad imageAd image

Brasile in emergenza infortuni a Qatar 2022

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Brasile in emergenza infortuni a Qatar 2022

Il Brasile ha l’infermeria piena a pochi giorni dalla partita contro la Corea del Sud.

Con Neymar che sta provando a recuperare in tempo per la fase ad eliminazione diretta, i verdeoro perdono due giocatori per tutto il resto del torneo.

- PUBBLICITA-

Alex Telles e Gabriel Jesus, per la stessa causa, ovvero lesione al ginocchio destro, chiudono in anticipo la loro avventura mondiale.

 

Il Brasile perde altri due giocatori e aspetta Neymar

Il Brasile, a un paio di giorni dalla sfida con la Corea del Sud valevole per gli ottavi di finale di Qatar 2022, è in emergenza infortuni, tra probabili rientri e altre due assenze pesanti.

Infatti, la formazione allenata da Tite ha perso in maniera definitiva per infortunio sia Alex Telles che Gabriel Jesus, entrambi usciti di scena anzitempo nella partita di ieri persa contro il Camerun per lo stesso problema fisico, una lesione al ginocchio destro, che non premetterà loro di rivedere il terreno di gioco nel corso del torneo.

Nel frattempo, Neymar, forse la più grande assenza della formazione più vincente della storia della Coppa del Mondo, ha ripreso ad allenarsi con il pallone dopo la distorsione alla caviglia riportata nella prima partita, e ciò rappresenta una buona notizia, insieme con il recupero eventuale di Danilo, fuori per lo stesso problema.

Dopo aver vinto le prime due gare contro Serbia e Svizzera, il Brasile ha perso ieri, con una formazione puntata al risparmio energetico, contro il Camerun.

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: ,
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento