The Shield Of Sports
News dal mondo degli sport

AN Brescia campione d’Italia 2020/2021 nella pallanuoto

La Pro Recco, il più storico e vincente club della pallanuoto italiana si piega all'AN Brescia che alza lo scudetto

L’ AN Brescia è Campione d’Italia 2020/2021, dopo essersi imposta con il punteggio di 3-1 nella serie di finali contro la Pro Recco, il più storico e vincente club della pallanuoto italiana

 Brescia è campione d’Italia! Finisce l’egemonia della Pro Recco

L’AN Brescia, la squadra di Alessandro Bovo vince 11-10 gara-4 con poker di Dolce, chiudendo la serie 3-1. La Pro Recco cade dopo 14 titoli di fila

I vincitori sono costretti a giocare gara-4 con Vlachopoulos a mezzo servizio (costola incrinata) e senza il campione del mondo Edoardo Di Somma, infortunato alla mano destra nel match di 24 ore prima. Una microfrattura ne mette a rischio anche il prosieguo della stagione. È un successo inevitabilmente dedicato allo storico dirigente Piero Borelli, scomparso due anni fa.

Le sensazioni di inizio stagione erano giuste: il gap con la Pro Recco – avversaria per lo scudetto per la nona volta consecutiva – si era ridotto di molto, troppo per non vedere il sorpasso. Dopo 15 anni e 14 scudetti di fila, l’egemonia ligure si interrompe.

“Da 12 anni aspettavo questo momento”, piange Christian Presciutti, sommerso dai compagni: “Un capitano, c’è solo un capitano”. Per Brescia è “solo” il secondo scudetto che va a palmarès, ma che scudetto però, ottenuto con una vittoria sostanzialmente impronosticabile e tenendo la serie pure sulle quattro partite, di cui l’ultima vinta oggi col punteggio thrilling di 11-10.

AN Brescia gioca bene, soffre nel finale e conquista con merito il secondo scudetto della sua storia

L’AN Brescia è da subito un fortino contro il Recco che parte col piede sull’acceleratore. Nella piscina di Mompiano va in scena un match di straordinaria intensità. Dopo due minuti e mezzo e dopo una doppia superiorità fallita Luongo trova il varco giusto per il vantaggio. Brescia la ribalta in fretta con Nikolaidis e Renzuto che spinge in rete la palla dopo il rigore fallito e Recco torna ad inseguire come in gara 3.

Pareggia Di Fulvio ma sale la tensione tra i ragazzi di Hernandez; non è finito il primo tempo e Figlioli e Di Fulvio hanno già due falli gravi. I biancoazzurri di Bovo ne approfittano e fanno 4-2 con la doppietta di Dolce. Inizia il secondo tempo e Lazic si procura subito il rigore che Cannella trasforma nel +3.

Echenique e Nick Presciutti ricuciono lo strappo. Ivovic va nel pozzetto per il secondo fallo personale e Brescia torna a +3 sfruttando le superiorità numeriche . Anche Renzuto e Gitto hanno due falli da gestire. Del Lungo garantisce le chiusure. Recco a fatica torna a -1; prima Figlioli dal perimetro, poi Aicardi in torsione. 7-6 all’intervallo di cinque minuti.

Nel terzo tempo si affida all’estro di Mandic (doppietta) ma Brescia è senza sbavature e con Dolce (altri due gol e fanno 4), Cannella e il capitano Christian Presciutti torna a +3. Ultimo tempo frenetico. Younger marca il -2, Del Lungo risponde da campione a Mandic, Bovo catechizza i suoi a 4’50” dalla fine.

I campioni d’Italia tornano a -1 con Figlioli, poi Di Fulvio spreca un’ottima occasione. Brescia soffre e si rifugia nelle mani di Del Lungo. Dalla panchina del Recco Hernandez chiama time out quando mancano 90 secondi. Cannella stoppa l’azione e Brescia respira. Ultimi 30 secondi: va in attacco anche Bijac. Il tiro di Echenique termina sul fondo. Brescia è campione d’Italia.

 

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Abbiamo aperto il nostro canale Telegram! Rimani sempre aggiornato CLICCA QUI.

George Russell parla del suo futuro nella Formula 1Seguici su Google News

Ricevi aggiornamenti in tempo reale sul tuo dispositivo! Iscriviti ora!

lascia un commento
The Shield Of Sports

GRATIS
VISUALIZZA