Ad imageAd image

Budweiser chiede il rimborso alla FIFA per Qatar 2022

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Budweiser chiede il rimborso alla FIFA per Qatar 2022

Budweiser ha chiesto alla FIFA il rimborso per tutta la birra invenduta durante Qatar 2022.

Uno dei maggiori sponsor della federazione internazionale per quanto concerne i Mondiali ha chiesto indietro il denaro speso per l’edizione in Qatar attualmente in corso, in quanto è arrivato il retrofront da parte delle autorità locali per la vendita di un prodotto definito immorale da quelle parti.

- PUBBLICITA-

Il colosso americano chiede 50 Milioni indietro, dare la birra invenduta alla formazione campione del mondo e una riduzione sulla sponsorizzazione in vista della prossima edizione.

 

Budweiser mette nel mirino la FIFA dopo Qatar 2022

Budweiser, uno dei colossi per la vendita degli alcolici e main sponsor della FIFA, ha chiesto alla federazione di farsi rimborsare dopo il dietrofront delle autorità locali in merito alla vendita di birra in Qatar per i Mondiali attualmente in corso.

Sono tre le richieste fatte dalla azienda di St.Louis al massimo organismo del calcio internazionale, in primis quella di un rimborso di 50 Milioni di Dollari come risarcimento danni per quanto avvenuto nelle ultime settimane, poi di avere uno sconto molto forte per la prossima campagna di sponsorizzazione per il Mondiale del 2026, in programma tra Stati Uniti, Canada e Messico, oltre all’intenzione di dare la birra invenduta alla nazione campione del mondo.

Budweiser ha fatto sapere che se tutto ciò non dovesse accadere sono pronti ad agire legalmente contro la FIFA e Gianni Infantino.

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
2 Commenti