Ad imageAd image

Cain Velasquez può uscire accordata finalmente la cauzione

Fabrizio Giovagnoli
Fabrizio Giovagnoli
3 minuti di lettura
Cain Velasquez può uscire accordata finalmente la cauzione

Cain Velasquez, ex campione dei pesi massimi UFC, era stato arrestato nel Febbraio scorso presso la Contea di Santa Clara in California con accuse molto gravi.

L’ex lottatore aveva, infatti, inseguito, speronato e, infine, aperto il fuoco, contro una macchina sulla quale viaggiavano tre persone, una delle quali, Harry Goularte, era stato accusato di aver molestato un minore, risultato, poi, essere il figlio di Velasquez.

- PUBBLICITA-

Le azioni di Cain erano state considerate molto gravi, soprattutto in considerazione del fatto che i colpi di arma da fuoco erano stati esplosi in pieno centro abitato e in prossimità di una scuola con enormi rischi per l’incolumità pubblica della counità di Santa Clara.

In considerazione di ciò la libertà sotto cauzione, in attesa di processo, era stata rifiutata per ben tre volte dal giudice, ma, ieri, qualcosa è cambiato.

Cain Velasquez: la lettera del giudice

In considerazione del fatto che Cain Velasquez è un padre di famiglia, incensurato e con fedina penale pulita e delle piene assicurazione che i suoi legali hanno fornito che egli si presenterà, verso la fine del mese di Novembre, all’udienza processuale, ieri, all’ennessima richiesta, il giudice ha concesso l’uscita con cauzione alle seguenti condizioni:

Una cauzione dell’importo di  1 milione di dollari in contanti, detenzione domiciliare con monitoraggio GPS tramite bracciale, trattamento terapeutico obbligatrio TBI/CTE presso il Windwills Wellness Ranch, partecipazione a terapia e/o gruppo di supporto per vittime di abusi sessuali, divieto del possesso di  armi e rispetto dell’ordinanza restrittiva di rimanere a un minimo di 300 iarde da Harry Goularte, Patricia Goularte e Paul Bender.

Inotre il Giudice ha voluto aggiungere una nota personale scrivendo all’indirizzo di Cain Velasquez:

“Signor Velasquez, non la rilascerei se non fossi convinto che ora, otto mesi dopo i fatti, non costituisca più un pericolo principalmente per Harry Goularte, Patricia Goularte o Paul Bender. S

Lei è un marito e un padre devoto, sono fiducioso e voglio credere che non compirà ulteriori azioni che la porterebbero via da suo figlio, sua figlia e la sua famiglia. Spero che non mi faccia pentire della mia scelta”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MMAFighting.com (@mmafighting)

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: , ,
Condividi l\'articolo
Appassionato di arti marziali e sport da combattimento, le ha praticate per 20 anni oggi si limita a guardarle e scriverne per continuare a coltivare tale passione
1 commento