Ad imageAd image

Duvan Zapata bloccato da un vigilante in banca

Giacomo Della Vecchia
3 minuti di lettura
Duvan Zapata bloccato da un vigilante in banca

Duvan Zapata, attaccante dell’Atalanta, è stato fermato all’ingresso della sua banca da un vigilante creando un increscioso episodio.

L’episodio sarebbe avvenuto ieri mattina presso una banca di Bergamo, dove l’attaccante ex Napoli ormai in Italia da 10 anni, ha il suo personale conto corrente.

- PUBBLICITA-

Sembrerebbe che, al momento dell’ingresso in banca Duvan Zapata fosse vestito con una semplicissima tuta ed incappucciato. Il vigilante, non riconoscendolo così travisato, lo avrebbe intimato di allontanarsi dall’istituto con frasi razziste.

L’episodio, oltre a suscitare lo sdegno da parte della comunità sportiva italiana, ha riportato alla luce il dilagante problema del razzismo, recentemente tornato a riempire le pagine dei giornali.

Le dichiarazioni del direttore di banca su Duvan Zapata

Duvan Zapata, stando ad alcuni testimoni, si sarebbe molto risentito ed alterato per le esternazioni del vigilante della banca, tanto da far intervenire il direttore dell’istituto stesso, che ha dichiarato: “Il signor Zapata è un nostro cliente affezionato, ma tengo a precisare che banca e vigilanza sono 2 realtà ben distinte. La vigilanza garantisce il proprio servizio in pianta stabile tra l’ingresso dell’istituto e la strada ed opera autonomamente; noi, invece, operiamo su appuntamenti che i nostri clienti fissano con il proprio consulente finanziario.”

Questo brutto episodio ha fatto tornare a molti in mente le parole della pallavolista Paola Egonu alla cerimonia di premiazione dei Mondiali di Pallavolo, dove, tra le lacrime, aveva dato l’addio alla maglia della nazionale per gli insulti razzisti ricevuti in quei giorni; il calcio, dal canto suo, non è nuovo a questo tipo di episodi. Già nel 2000 a Clarence Seedorf, che era da poco arrivato in Italia, accadde la stessa cosa accaduta a Duvan Zapata mentre ancora più grave l’episodio accaduto a Luglio 2022 a Tiémoué Bakayoko, centrocampista del Milan, fermato e perquisito dalla Polizia a Milano con tanto di pistola puntata contro.

Da parte di Duvan Zapata nessun commento in merito all’episodio, auspicando che fatti del genere non accadono più nel nostro paese.

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Lascia un commento