Ad imageAd image

FIDAF: Nausicaa Dell’Orto eletta ambasciatrice IFAF per il Flag Football

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
FIDAF: Nausicaa Dell'Orto eletta ambasciatrice IFAF per il Flag Football

FIDAF: Nausicaa Dell’Orto, capitano della nazionale di Flag Football femminile, è stata nominata nuova ambasciatrice IFAF per il Flag Football.

Alla vigilia delle gare in Germania e Messico, la NFL sta continuando l’espansione verso la disciplina del No-Contact Football, che è in procinto di diventare sport olimpico nel 2028.

- PUBBLICITA-

La giocatrice delle Sirene Milano si unisce a Luke Zahradka e altre leggende della NFL tra i promotori dello sport.

 

La FIDAF è di nuovo rappresentata nel cammino del Flag Football verso L.A. 2028

La FIDAF torna ad essere rappresentata nel cammino che porterà il Flag Football alle Olimpiadi di Los Angeles del 2028, dato che tra gli ambasciatori c’è un’altra rappresentante del nostro movimento.

Nausicaa Dell’Orto, capitano della Nazionale Tackle e Flag italiana, oltre che consigliere federale, è stata scelta come ambasciatrice IFAF per la promozione della disciplina, insieme con giocatori passati e presenti della NFL, come l’ex Patriots Sebastian Vollmer e l’attuale giocatore dei Las Vegas Raiders Jakob Johnson.

In precedenza è stato Luke Zahradka, QB titolare delle due nazionali maschili e dei Seamen Milano, ad essere nominato ambasciatore della federazione internazionale per la promozione della disciplina, in procinto di diventare sport olimpico dopo Parigi 2024.

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento