Ad imageAd image

FIJLKAM al Quirinale da Mattarella per i suoi 120 anni

Francesco Auletta
Francesco Auletta
4 minuti di lettura
FIJLKAM al Quirinale da Mattarella per i suoi 120 anni
FIJLKAM al Quirinale da Mattarella per i suoi 120 anni

FIJLKAM in pieni festeggiamenti per i suoi 120 anni. Per questo motivo, la Federazione è stata ospite al Quirinale dal Presidente Mattarella.

La Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali venne fondata nel gennaio del 1902 come FAI dal marchese Luigi Monticelli Obizzi, praticante di numerosi sport e in particolar modo di sollevamento pesi. Col passare degli anni, essa ha cambiato più volte nome, fino a diventare una delle principali Federazioni di sport da combattimento affiliate al CONI.

- PUBBLICITA-

A rappresentare la FIJLKAM questa mattina è una piccola delegazione che include il presidente Domenico Falcone e tre grandi campioni: il lottatore Frank Chamizo, la judoka Giulia Quintavalle e il karateka Luigi Busà.

Le parole del Presidente Mattarella per i 120 anni della FIJLKAM

Dopo aver accolto la FIJLKAM al Quirinale, il Presidente della Repubblica Italiana ha tenuto un discorso per i 120 anni di attività della Federazione.

“E’ davvero un grande piacere incontrarvi, anche per sottolineare che l’attenzione verso questi sport non è limitata al periodo delle Olimpiadi, quando con una leggera distorsione mentale si parla tanto del numero di medaglie che l’Italia conquista.”

Nel suo discorso, Sergio Mattarella ha accennato all’importanza di questi sport nel lato formativo, che portano i competitori di ogni età a crescere insieme tra successi, sconfitte e sacrifici, come ha ricordato anche il campione olimpico Luigi Busà.

“Questi sport sono l’antitesi della violenza, perché sono sport non solo nel rispetto dei competitori (non degli avversari) che segnalano un percorso comune, ma anche perché incanalano l’esercizio della forza e dell’energia. E questo è un messaggio molto importante per i giovani del nostro Paese.”

Mattarella ha poi concluso il suo discorso con un motto menzionato prima da Giulia Quintavalle.

“Cadi sette volte e rialzati otto volte. E’ un messaggio importante anche per il nostro Paese, per tutti quanti, singolarmente e collettivamente: quello di non perdere mai la fiducia e che in ogni circostanza c’è sempre un elemento positivo da raccogliere.”

L’entusiasmo del presidente Domenico Falcone

Il presidente della FIJLKAM Domenico Falcone, nelle sue dichiarazioni, si è mostrato abbastanza entusiasta per questa giornata importante.

“Giornata speciale. Dopo il 26 maggio 1972, allora riferimento al Capo dello Stato per festeggiare i 70 anni della FIAP, la Federazione è tornata al Quirinale per festeggiare i suoi 120 anni. È stata una giornata emozionante per tutti e per la nostra ristretta delegazione. Il Capo dello Stato ci ha accolto con calore ed entusiasmo ringraziandoci per quanto fatto e per i valori altamente formativi delle nostre discipline.

Con tanta emozione i nostri atleti Giulia Quintavalle, Luigi Busà e Frank Chamizo hanno portato il saluto a nome di tutti gli atleti. Frank, come sempre, in maniera simpatica e spontanea.

Una giornata splendida per tutti noi.”

Come riportato sul sito ufficiale della Federazione, inoltre:

“Al Capo dello Stato sono stati consegnati inoltre il libro, la medaglia e la cartella filatelica realizzate in occasione dei 120 anni, ai quali si sono aggiunte la tuta ufficiale della federazione e la cintura nera di judo e karate.”

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Nonostante prediliga il pro-wrestling come sua disciplina preferita, ha maturato un profondo interesse generale per il mondo dello sport. Questo e l'interesse nell'espandere le proprie conoscenze, lo hanno spinto a lavorare anche su TSOS. Simpatizza molto per l'atletica leggera e per gli sport olimpici ed è anche un fan di Formula 1 e MotoGP.
Lascia un commento