Ad imageAd image

Gerardo Martino non è più il CT del Messico

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Gerardo Martino non è più il CT del Messico

Gerardo Martino si è dimesso da allenatore della nazionale messicana dopo l’eliminazione da Qatar 2022.

Il manager argentino si è sentito il maggiore responsabile della delusione, come espresso dal tono con il quale ha dato l’annuncio in conferenza stampa.

- PUBBLICITA-

Per la prima volta dopo sette partecipazioni di fila, il Messico non è passato alla seconda fase dei Mondiali.

 

Gerardo Martino si dimette da allenatore del Messico

Gerardo Martino, dopo l’inutile vittoria del Messico contro l’Arabia Saudita e il mancato passaggio del turno a Qatar 2022 da parte della nazionale tricolore, ha dato le sue dimissioni dall’incarico di allenatore della compagine.

Sono io il maggior responsabile di questa grande delusione. L’avventura con la nazionale messicana è terminata quando l’arbitro ha fischiato la fine dell’incontro. Non c’è più nulla da fare”, ha dichiarato l’argentino in conferenza stampa nell’immediato post gara, deluso per il finale che ha visto la formazione verde eliminata a causa della differenza reti contraria nei confronti della Polonia.

Per la prima volta dopo sette partecipazioni consecutive alla seconda fase del Mondiale, il Messico non avanzerà al prossimo turno.

Gerardo Martino chiude la sua avventura con la nazionale messicana dopo 66 gare dirette dove ha vinto 40 volte, pareggiando 14 e perso 12 gare, vincendo anche la Gold Cup 2019.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento