Ad imageAd image

Israel Adesanya rischia l’arresto a New York

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Israel Adesanya rischia l'arresto a New York

Israel Adesanya ha rischiato l’arresto al JFK Airport di New York perché scoperto in possesso di un tirapugni.

Un’arma di quel genere è illegale nello stato omonimo, e il fighter della UFC ha anche rischiato di trascorrere un periodo di carcere di un anno, anche se il manager ha dichiarato successivamente che erano un regalo da parte di un fan.

- PUBBLICITA-

Adesanya viene dalla sconfitta per KO arrivata Sabato a UFC 281 contro Alex Pereira e doveva scontare un periodo di riposo obbligatorio di sessanta giorni.

 

Israel Adesanya arrestato per possesso di armi al JFK Airport di New York

Israel Adesanya è stato fermato alla dogana del JFK Airport di New York con dei tirapugni appresso, arma definita illegale per la giurisdizione dello stato e con la quale si rischia un anno di carcere.

Poco dopo il report, il manager del fighter della UFC, Tim Simpson, ha poi scritto su Twitter che la situazione era stata risolta e che Adesanya era pronto per tornare a casa, motivando il perché aveva con sé dei tirapugni:

Erano un regalo da parte di un fan e li ha messi all’interno del suo bagaglio. Quando è stato fermato all’interno dell’aeroporto, Israel ha fin da subito collaborato con le autorità, dichiarando l’oggetto. La faccenda è risolta e ora sta per tornare a casa”, è quanto dichiarato dall’agente.

Israel Adesanya viene dalla sconfitta rimediata a UFC 281 di questo Sabato contro Alex Pereira, dove ha perso non solo il secondo dei suoi venticinque incontri con la promotion, ma anche il titolo dei pesi medi.

 

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: , ,
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento