Ad imageAd image

Jim Glickenhaus contrario a Porsche su uniformità LMH – LMDh

Giacomo Della Vecchia
Giacomo Della Vecchia
3 minuti di lettura
Jim Glickenhaus contrario a Porsche su uniformità LMH - LMDh

Jim Glickenhaus, proprietario dell’omonima squadra in WEC, ha risposto ai commenti di Porsche sull’unificazione dei regolamenti LMH e LMDh.

La Glickenhaus, al pari di Ferrari, Peugeot, Vanwall e Toyota sono iscritte al WEC come LMH, Le Mans Hypercar, cioè prototipi da competizioni interamente costruiti in casa.

- PUBBLICITA-

Di contro, Porsche, Cadillac ed in futuro BMW (giusto per citarne alcune) rientrano nelle LMDh, Le Mans Daytona Hybrid, una categoria diametralmente opposta. E questo crea una enorme discrepanza, specie da un punto di vista economico che Glickenhaus ha voluto commentare.

Le risposta di Jim Glickenhaus alle dichiarazioni di Porsche

È infatti successo che Thomas Laudenbach, vice presidente di Porsche Motorsport, ha recentemente dichiarato che LMH ed LMDh verranno uniformate nel solito regolamento, livellando di fatto le prestazioni, cosa che a Jim Glickenhaus proprio non è andata giù.

Difatti, nel WEC (dove Glickenhaus porterà 1 007 LMH per la stagione 2023), le LMH e le LMDh sono assimilabili al solito regolamento mentre in IMSA WeatherTech SportsCar Championship concorrono in due categorie distinte. Secondo Laudenbach questa discrepanza creerebbe non pochi problemi nel WEC dato il fatto che, almeno sulla carta, le LMH dovrebbero essere molto più performanti delle LMDh (di cui Porsche ha creato una versione).

Parlando proprio dei commenti di Laudenbach, Jim Glickenhaus ha dichiarato:

“Mi sembra buffo che Porsche abbia detto questo. Secondo loro, noi dovremmo uniformarci dopo un lavoro su telaio, motore e scocca al loro regolamento dove sono intervenuti solo su aerodinamica e motore avendo potuto lavorare su un telaio già fabbricato; non reputo giusto mandare all’aria ore di test e di progettazione solo perché qualcun’altro ha semplicemente collegato sue fili del sistema ibrido ad un auto pre-confezionata”.

Difatti, le LMDh non hanno avuto la libertà ingegneristica delle LMH, potendo contare solo su motore ed aerodinamica propri ma dovendosi affidare a Dallara, Ligier, Oreca o Multimatic per i telai, fermo restando che molte parti delle vetture sono in comune; uniformare i regolamenti significherebbe che tutto il lavoro delle LMH, nate da 0, andrebbe vanificato.

Jim Glickenhaus non le ha certo mandate a dire e pertanto non ci resta che aspettare il futuro per vedere se i regolamenti verranno uniformati o meno.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Lascia un commento