Ad imageAd image

Ronnie Hillman è morto a 31 anni

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Ronnie Hillman è morto a 31 anni

Ronnie Hillman è deceduto nella notte a soli 31 anni a causa di una rara forma di tumore ai reni.

L’ex giocatore dei Denver Broncos è stato uno dei membri della squadra che vinse il Super Bowl nel 2016 contro i Carolina Panthers, iniziando la stagione come titolare nel ruolo di Running Back, per poi cedere il posto a CJ Anderson.

- PUBBLICITA-

Dopo l’avventura in Colorado, giocò con Minnesota Vikings e San Diego Chargers l’anno successivo, per poi ritirarsi dopo una apparizione ai Dallas Cowboys l’anno dopo, solo nella preseason.

 

Ronnie Hillman è deceduto: lutto per il mondo NFL

La NFL, a poche ore dalla scomparsa di Franco Harris, piange la morte di un altro giocatore, ovvero Ronnie Hillman, morto nella notte a 31 anni per una rara forma di cancro ai reni.

Nel corso della sua carriera, Hillman giocò per tre squadre, i Denver Broncos, con i quali vinse il Super Bowl nel 2016 partendo titolare a inizio stagione, per poi dare spazio a CJ Anderson nel corso dell’anno, mentre la stagione successiva la passò tra Minnesota Vikings e San Diego Chargers, ma senza successo. Si ritirò dopo essere stato tagliato nella preseason del 2017 dai Dallas Cowboys.

Al nativo di Long Beach il tumore gli era stato diagnosticato questo Agosto, e nelle ultime ore della sua vita era stato ricoverato d’urgenza per un caso di pneumonia. A dare la notizia del decesso è stata la famiglia tramite un post su Instagram.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: , ,
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento