Ad imageAd image

Livio Suppo: avevo idee molto interessanti

Pasquale Basile
Pasquale Basile
3 minuti di lettura
Livio Suppo: avevo idee molto interessanti

Livio Suppo, all’indomani del GP Valencia, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla chiusura del progetto MotoGP della Suzuki.

Livio Suppo si troverà, al termine dei test post-stagionali della MotoGP, senza un lavoro almeno per il momento; il manager ex Ducati, infatti, aveva firmato un contratto con Suzuki per 3 anni all’inizio della stagione ma la casa giapponese ha deciso di chiudere il progetto dopo il GP Valencia.

- PUBBLICITA-

Unica consolazione, la vittoria di Alex Rins che ha salutato la Suzuki per l’ultima volta prima di approdare in Honda dalla prossima stagione. Inoltre, il pilota ha chiesto di acquistare la GSX-RR di questa stagione, salutando degnamente la moto che nel 2020 fece vincere il titolo Piloti a Joan Mir.

Le dichiarazioni di Livio Suppo alla fine del progetto Suzuki in MotoGP

Livio Suppo, al termine del GP Valencia, ha dichiarato: “È stata una grandissima emozione, credo non ci fosse modo migliore per Suzuki per salutare degnamente il paddock. Nonostante l’annuncio di Suzuki, abbiamo avuto la freddezza di completare la stagione ritrovando motivazione; ora le moto verranno pressate, tranne alcune che finiranno in qualche museo. Un vero peccato, anche perché avevo molte idee.”

Riguardo alle idee che Livio Suppo stava per mettere sul tavolo per gli anni a seguire, ha aggiunto: “Il progetto era a lungo termine, volevamo investire sull’aerodinamica della moto insieme a Dallara, sarebbe stato un bellissimo racconto; mi sarebbe piaciuto molto puntare sui giovani, creare un team satellite ed uno in Moto2, ma purtroppo non è stato possibile. Sono rammaricato.”

Sia Joan Mir che Alex Rins andranno in Honda la prossima stagione, uno come compagno di Marc Marquez, l’altro nel team di Lucio Cecchinello. Livio Suppo ha speso bellissime parole anche per i due piloti: “Faccio un enorme in bocca al lupo ad entrambi per la nuova avventura che li aspetta. Hanno avuto una stagione molto sfortunata ma purtroppo nelle corse capita; Rins quest’anno è migliorato tanto, mi aspetto che continui così. Nel mio futuro non so cosa farò, sicuramente ora andrò in vacanza, poi vedremo… potessi scegliere, mi piacerebbe diventare mentore di un giovane pilota con la quale mi sento particolarmente in sintonia“.

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento