Ad imageAd image

Tommy Fury: Jake Paul e KSI devono combattere contro di me

Alessandro Podio
Alessandro Podio
5 minuti di lettura
Tommy Fury: Jake Paul e KSI devono combattere contro di me
Tommy Fury: Jake Paul e KSI devono combattere contro di me

Tommy Fury sta tracciando una linea di demarcazione. Il pugile trasformato in star dei reality ha sfidato gli YouTubers Jake Paul e KSI.

Tommy Fury ha detto che i due, che hanno generato un enorme scalpore con le loro iniziative negli sport da combattimento, devono salire sul ring con lui prima o poi se vogliono davvero intraprendere una carriera nella boxe.

- PUBBLICITA-

Ricordiamo che Tommy Fury è il fratellastro del re dei pesi massimi Tyson Fury ed è già stato legato a Paul in due precedenti occasioni.

Il 13 novembre Tommy Fury cercherà di salire a 9-0 quando combatterà contro Paul Bamba ad Abu Dhabi e dopo non ha intenzione di chiamare nessuno, e semmai si aspetta che siano Paul e KSI a venire da lui.

Non ho bisogno di chiamare Jake Paul per questo incontro“, ha detto Tommy Fury, “Penso che se si fa un sondaggio su chi vuole vedere me e Jake Paul, la risposta è sì al 100%, tutti vogliono vedere questo incontro perché se Jake Paul e KSI non dovessero combattere contro di me, non lo farebbero, devono combattere contro di me per dimostrare che sono pugili legittimi, devono farlo., non c’è nessun altro con il mio seguito e la mia visibilità con otto incontri”.

 

Tommy Fury: chi affronterà per primo?

Quindi, se vogliono essere considerati pugili, devono passare da me”, continua Tommy Fury, “questo incontro tra me e Jake non ha bisogno di essere venduto e sicuramente mi occuperò del prossimo anno, sia in America che nel Regno Unito“.

Al momento non è chiaro se un terzo incontro tra Fury e Paul si concretizzerà e, in tal caso, se dovrà svolgersi al di fuori degli Stati Uniti.

Lo scorso agosto Fury è stato costretto a ritirarsi da un incontro contro Paul quando gli è stato negato il visto per gli Stati Uniti, la cui causa si dice sia dovuta ai legami della famiglia Fury con l‘organizzazione criminale Kinahan.

A Fury è stato chiesto dell’indagine in corso, ma non ha fornito alcun dettaglio né una data potenziale per la risoluzione della situazione.

Non lo so“, ha detto Fury, “È per questo che pago i miei avvocati e il mio team legale ogni giorno, loro se ne stanno occupando e io ho detto loro di risolvere la questione il prima possibile, e spero che si risolva al più presto perché voglio venire in America, non solo per la boxe, ma anche per tutto il resto della mia vita quotidiana“.

Fury è sicuro che se un incontro tra i due dovesse svolgersi nella sua Inghilterra, un match da protagonista potrebbe fare il tutto esaurito in qualsiasi luogo.

Sabato scorso, Paul è stato protagonista di un incontro alla Desert Diamond Arena di Glendale, Ariz, contro Anderson Silva e ha sconfitto la leggenda dell’UFC per decisione unanime.

È anche sicuro che se si presentasse l’occasione, prenderebbe facilmente due piccioni con una fava:

Entrambi nella stessa serata, preferibilmente”, ha detto Tommy Fury quando gli è stato chiesto chi avrebbe preferito combattere tra Paul e KSI “non ho parlato molto della situazione di Jake Paul in questi ultimi mesi, ma quando mi vedrete salire sul ring con uno di questi ragazzi – non so chi sarà il primo, KSI o Jake Paul – vedrete la definizione di serata facile”.

Questi ragazzi non sanno combattere, è come se trascinassi qualcuno da un evento per colletti bianchi, qualcuno che ha appena iniziato a fare boxe a livello amatoriale, e gli chiedessi di venire in palestra a fare un po’ di allenamento, ci sono dei livelli in questo gioco, io ho combattuto da dilettante, ho vinto titoli da dilettante e, onestamente, questo gioca un ruolo importante e lo vedrete con chiunque salga sul ring per primo“.

Detto questo, Fury ha riconosciuto che Paul è un livello superiore a KSI, che di recente è stato protagonista di un evento in cui ha messo al tappeto due pugili in una sola serata.

tommy fury ph.facebook@fury
tommy fury [email protected]

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Un milanese trapiantato a Misano Adriatico. Giornalista freelance dal 2005, collaboro con diverse testate giornalistiche locali e nazionali. Mi occupo prevalentemente di sport, che seguo a 360 gradi, con particolare attenzione al calcio, arti marziali e sport da combattimento in genere, ma seguo (e scrivo) volentieri di qualsiasi competizione esistente. Infine, attualmente curo la sala stampa per due festival del cinema della città di Ravenna.
Lascia un commento