Ad imageAd image

Tua Tagovailoa parla dopo l’infortunio occorso contro i Bengals

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
Tua Tagovailoa parla dopo l'infortunio occorso contro i Bengals

Tua Tagovailoa ha rilasciato delle dichiarazioni in merito alle sue condizioni di salute dopo il match contro Cincinnati.

Il QB dei Miami Dolphins è dovuto uscire dal campo in stato paralitico nel corso del secondo quarto del match di questo Giovedì contro i Bengals.

- PUBBLICITA-

Per fortuna, le sue condizioni sono migliorate, ma ci sono ancora molte polemiche per come è stata trattata la sua condizione di salute.

 

Tua Tagovailoa: Le sue parole dopo l’infortunio

Tua Tagovailoa ha avuto modo di fare delle dichiarazioni sui social dopo essere stato dimesso dall’ospedale a causa dell’incidente che lo ha visto coinvolto nella gara di Giovedì contro i Cincinnati Bengals.

Ringrazio tutti per il supporto dato da ieri sera. Per me è stato difficile non chiudere la gara ieri e stare con i miei compagni di squadra, ma sono grato per il supporto e l’aiuto ricevuto dai Dolphins, dalla famiglia, dagli amici e soprattutto da chi lo ha reso possibile. mi sento meglio adesso e sto focalizzando come recuperare in modo da poter tornare in campo il prima possibile”, ha dichiarato l’ex Alabama Crimson Tide.

Dopo una concussione lieve avuta nella vittoria in Week 3 contro Buffalo, Tua Tagovailoa è rimasto a terra paralizzato durante il match contro i Bengals perso Giovedì, lasciando spazio a Teddy Bridgewater, il suo sostituto.

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
1 commento