Ad imageAd image

UFC Vegas 66: I bonus dell’evento

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
UFC Vegas 66: I bonus dell'evento

UFC Vegas 66 è stato l’ultimo evento dell’anno per la promotion del Nevada, e ha regalato questi verdetti per i suoi bonus.

Alex Caceres e Michal Oleksiejczuk sono stati eletti come performer della serata, mentre il match tra Drew Dober e Bobby Green ha rubato lo show, venendo eletto come match della notte.

- PUBBLICITA-

Il primo evento della UFC per quanto riguarda il prossimo anno sarà l’edizione numero 217 di UFC Fight Night, che vedrà come Main Event la sfida tra Nassourdine Imavov e Kevin Gastelum.

 

UFC Vegas 66: Ecco i premi dell’ultimo evento del 2022

UFC Vegas 66 ha chiuso di fatto, con la vittoria nel main event di Jared Cannonier su Sean Strickland, l’anno per la promotion con a capo Dana White.

Gli ultimi premi, dopo il PPV, sono stati assegnati, e hanno visto Alex Caceres, vincitore su Julian Erosa per TKO al primo round e Michal Oleksiejczuk, che ha battuto Cody Brundage per KO alla prima ripresa, eletti performer della serata, mentre la sfida tra Drew Dober e Bobby Green, chiusa con il trionfo del primo per KO al secondo round, è stato il match della serata.

Il prossimo appuntamento della UFC, il primo del 2023, sarà il prossimo 14 Gennaio a Las Vegas, la 217ma edizione di Fight Night, che vedrà come main event l’incontro tra Nassourdine Imavov e Kevin Gastelum, scontro che si sarebbe dovuto svolgere a UFC 273, ma che poi ha visto il francese fuori per problemi logistici.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento