Ad imageAd image

WEC: Il Qatar entrerà nel calendario nel 2024

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
WEC: Il Qatar entrerà nel calendario nel 2024

Il WEC inizierà in Qatar a partire dalla stagione 2024, sostituendo la 1000 Miglia di Sebring.

Il campionato mondiale endurance ha firmato un accordo di sei anni con il Lusail International Circuit per ospitare non solo la tappa iniziale della manifestazione, ma anche i test prestagionali.

- PUBBLICITA-

Sarà un evento di sei ore, ma non è stata ancora ufficializzata la data di quello che sarà il primo appuntamento di sempre nel paese asiatico.

 

Il WEC aprirà la propria stagione in Qatar dal 2024

Il WEC ha annunciato oggi che a partire dalla stagione 2024 la stagione si aprirà in Qatar, al Lusail International Circuit, sostituendo di fatto l’appuntamento di inizio anno a Sebring, che fino al 2023 avrà la sua 1000 Miglia come appuntamento iniziale dell’anno per il Campionato Mondiale Endurance.

Per la prima volta, il circuito qatariota accoglierà le vetture e gli equipaggi del WEC, dopo aver ospitato la MotoGP a partire dal 2004 e la Formula 1 nel 2021, con un ritorno previsto nel 2023.

Il Qatar sarà il secondo paese della penisola arabica ad ospitare il Mondiale Endurance, dopo l’entrata in calendario della 8 Ore del Bahrain, che il prossimo anno chiuderà la stagione, anche se non è escluso il fatto che il Nord America potrebbe ospitare altre tappe in futuro, come per esempio il circuito di Indianapolis, date le intenzioni di Roger Penske di ospitare una tappa nel tempio della velocità.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento