Ad imageAd image

Damar Hamlin dimesso da ospedale è tornato a Buffalo

Fabrizio Giovagnoli
Fabrizio Giovagnoli
2 minuti di lettura
Damar Hamlin dimesso da ospedale è tornato a Buffalo

Damar Hamlin, la safety dei Buffalo Bills, è stato dimesso dall’ospedale dell’Università di Cincinnati dove era ricoverato da una settimana.

Il giocatore della NFL era stato trasportato d’urgenza presso la struttura sanitaria dopo essere collassato a seguito di uno scontro di gioco nella partita contro i Bengals ed aver subito un arresto cardiaco in campo.

- PUBBLICITA-

Prontamente soccorso e rianimato, le sue condizioni apparivano, comunque, critiche e si temeva che potesse aver subito danno cerebrali o ad altri organi, che, invece, sembrano scongiurati a seguito degli ultimi accertamenti medici

Damar Hamlin è tornato a Buffalo per inziare il recupero

Damar Hamlin è stato trasportato per via area da Cincinnati all’istituto cardiologico del General Hospital di Buffalo dove inizierà un percorso di riabilitazione.

I medici che lo hanno dimesso hanno dichiarato:

“Attualmente è  in condizioni stabili e continua a fare progressi significativi nel percorso di guarigione.”

“L’obiettivo del trasferimento al Buffalo General Medical Center/Gates Vascular Institute è di portarlo più vicino a casa per un’ulteriore valutazione, recupero e infine dimissione e riabilitazione”

Il giocatore, in un tweet, ha espresso la sua gratitudine verso i medici di Cincinnati affermando, inoltre, di sentirsi già a casa presso la nuova struttura:

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Appassionato di arti marziali e sport da combattimento, le ha praticate per 20 anni oggi si limita a guardarle e scriverne per continuare a coltivare tale passione
Lascia un commento