Ad imageAd image

Eddie Alvarez accusa Dana White di mentire

Gianandrea Gornati
Gianandrea Gornati
3 minuti di lettura
Eddie Alvarez accusa Dana White di mentire
Contenuti dell'articolo

Eddie Alvarez si scaglia contro Dana White: inaccettabili le motivazioni del mancato accordo con Ngannou, sarebbero solo sciocchezze.

Nel fine settimana, Francis Ngannou è diventato ufficialmente un free agent ed è stato privato del titolo dei pesi massimi UFC. Ciò che ha colpito i fan della UFC, oltre la notizia shock, è stata la motivazione fornita dalla promotion.

- PUBBLICITA-

Dana White ha sostanzialmente affermato che Francis Ngannou volesse evitare di combattere nell’ottagono contro Jon Jones.

Quella di White sarebbe però una tattica ben collaudata, utilizzata innumerevoli volte nel corso degli anni con i lottatori che rendevano complicate le negoziazioni.

La pensa così anche Eddie Alvarez, che attraverso Twitter ha contestato duramente la veridicità delle affermazioni di Dana White sul caso Ngannou.

Il tweet polemico di Eddie Alvarez

Eddie Alvarez non crede alle parole del presidente Dana White.

Il fighter statunitense è convinto che le dichiarazioni sul motivo del mancato accordo fra la promotion e Ngannou non rispecchino la realtà, poichè: Nessuno in UFC ha paura di nessuno”.

In un post sul proprio account Twitter, Alvarez ha criticato White e ha affermato di considerare ridicole le scuse fornite dal boss di UFC:

“L’UFC ha semplicemente perso l’offerta per Francis e, invece di ammetterlo, ha scelto di raccontare che il più spaventoso b*stardo del mondo ha paura di combattere nell’UFC. Ahahahahahah”

Il pensiero di Alvarez sulla questione non finisce qui, però.

Rispondendo a un post di MMA Junkie su Instagram, Alvarez ha aggiunto che tutto questo fa parte della strategia commerciale dell’UFC:

“Nessuno nell’UFC ha “paura” di nessuno. Gli uomini che combattono lì sono lì per combattere contro i migliori… L’UFC ha paura di pagare i lottatori, questo è l’unico motivo per cui la gente se ne va. Ai lottatori non importa un ca**o di chi sarà il prossimo avversario, ma si preoccupano della retribuzione.”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MMA Junkie (@mmajunkie)

 

Si tratterebbe  di una questione di soldi e mancata sincerità, secondo Alvarez: “Siate sinceri e dite solamente: ‘Abbiamo perso l’offerta, qualcuno paga di più’, e chiudete la questione.”

“È controintuitivo pagare ai pugili grandi somme, perché diventano meno collaborativi e più indipendenti.” prosegue Eddie Alvarez.

“Il business funziona alla perfezione quando tutti sono al verde e implorano di combattere . La cooperazione è fondamentale. I grandi compensi disturbano il loro stesso business”.

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Lascia un commento