BoxeNews

Emiliano Marsili combatterà per l’europeo EBU a settembre

Emiliano Marsili combatterà per l'europeo EBU a settembre

Emiliano Marsili è stato ufficialmente promosso alla sfida valevole per il titolo europeo EBU dei pesi leggeri, in programma per il mese di settembre.

L’imbattuto ex campione del mondo IBO tornerà a combattere per un titolo a lui familiare, quello europeo targato EBU sul limite dei pesi leggeri. Il mancino di Civitavecchia lo vinse infatti nel marzo del 2013 davanti al suo pubblico di casa sconfiggendo Luca Giacon, e in circa due anni di regno lo difese con successo in ben quattro occasioni.

Non sono mancati i grandi successi per Marsili nell’ultimo periodo: tra il 2021 e il 2022 egli ha conquistato rispettivamente il titolo IBO del Mediterraneo e il titolo EBU dell’Unione Europea. Il suo scontro più recente risale al dicembre scorso, quando ha sconfitto Fabrizio Ferreri a Santa Marinella.

Ora è noto che lo stesso Emiliano Marsili, prossimo al ritiro e con vent’anni di carriera alle spalle, è stato chiamato a combattere nuovamente per il titolo europeo, questa volta in un evento Matchroom Boxing che si terrà a Cardiff a fine settembre.

Chi affronterà Emiliano Marsili?

L’avversario di Emiliano Marsili nel match per il titolo europeo fissato per fine settembre sarà il campione britannico e del Commonwealth Gavin Gwynne.

Il beniamino di casa della contesa ha un record in carriera di 15-2-1 ed è un pugile ben dotato sulla distanza. Nel suo ultimo match, Gwynne ha difeso la cintura contro Craig Woodruff in uno scontro terminato in parità.

Le uniche sconfitte della sua carriera sono avvenute in match contro pugili del calibro di James Tennyson e di Joe Cordina, attuale campione mondiale IBF dei superpiuma.

Non è stata ancora resa nota, al momento, la data esatta dell’evento targato Matchroom e, di conseguenza, del match che vedrà coinvolto il nostro connazionale Emiliano Marsili, il quale darà presto il suo addio alla nobile arte.

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emiliano Marsili (@emilianomarsili)