Ad imageAd image

Massimiliano Sertori si racconta a TSOS

Fabio Di Palma
Fabio Di Palma
7 minuti di lettura
Massimiliano Sertori si racconta a TSOS

Massimiliano Sertori, giovane ventitreenne bodybuilder bresciano di Pisogne, ha risposto alle nostre domande nell’intervista fatta qualche giorno fa.

Nonostante la sua giovane età, Massimiliano Sertori, originario di Pisogne in provincia di Brescia, ha strabiliato la concorrenza vincendo numerosi premi nella sua carriera ottenendo anche le PRO CARD nelle categorie Classic physique, Sport model e Men’s physique.

- PUBBLICITA-

Ribattezzato “The Italian Stallion” Massimiliano Sertori sta letteralmente conquistando anche gli Stati Uniti dopo le molteplici vittorie nel nostro paese diventando uno dei prospetti più promettenti nel Bodybuilding italiano.

 

La nostra intervista a Massimiliano Sertori

A pochi giorni dall’edizione 2022 di Mister Olympia, il giovane Massimiliano Sertori si è gentilmente concesso ad un intervista ed ha risposto alle nostre domande:

  • Massimiliano Sertori, nonostante la tua giovane età, sei uno degli atleti italiani più vincenti nel bodybuilding, come ci si sente a rappresentare il nostro paese in questo sport?

È davvero un onore e un piacere essere un punto di riferimento per molti ragazzi che come me hanno il desiderio di migliorare il proprio fisico, gareggiare e stare in salute.

Portare in alto la bandiera italiana è uno degli obbiettivi sempre presenti quando gareggio così da cercar di far conoscere sempre di più questa disciplina in italia.

 

  •  Come hai iniziato e a quale atleta ti sei ispirato per arrivare dove sei arrivato adesso?

Sin da piccolo sono sempre stato appassionando di wrestling vedendo questi fisici muscolosi.
Da quel momento scattò la scintilla e il desiderio di cambiare il mio fisico.
Così a 13 anni iniziai a fare qualche flessione e trazioni, mi feci regalare dai miei genitori due manubri regolabili con qualche peso e iniziai ad allenarmi a casa.

Vedendo i primi risultati, iniziai ad appassionarmi sempre di più, così iniziai a leggere varie riviste, libri e a guardare dei video su YouTube dove alcuni professionisti facevano vedere i loro allenamenti, la loro integrazione e la loro alimentazione

A 16 anni mi sono iscritto in palestra e con il passare del tempo vidi che il mio corpo cambiava sempre di più, ed essendo sempre stato un ragazzo timido e un pò insicuro mi diede una carica enorme… 

Un giorno su YouTube guardai video di Jeff Seid, dove partecipò e vinse a una competizione nella categoria men’s physique…rimasi subito affascinato vedendo questo fisico ben proporzionato, non estremo, bello da vedere e da quel momento decisi di provare a di diventare così.

 

 

  • Che tipo di formazione e alimentazione segui per prepararti a tutte le competizioni a cui gareggi?

Per le mie prepazioni mi affido al mio preparatore soprattutto per la parte alimentare visto che è un fattore molto importante per raggiungere certe condizioni fisiche.

Nel periodo di pre-gara serve una persona esterna che ti guidi e di giudica senza compromessi in quanto essendo molto ristretti nelle calorie in questo periodo.

Se ci prepariamo da soli si poterebbe facilmente scappare in una sorta di “Sì sì va bene così posso mangiare una pizza’… mandando a monte il lavoro fatto nei mesi precedenti.

 

 

  • Dopo aver vinto così tanto nella tua giovane carriera, quali sono gli obiettivi per il futuro di Massimiliano Sertori?

Avendo vinto le competizioni più importanti e il Natural Olympia X3 l’apice del bodybuilding vincendo inoltre il premio come atleta dell’anno (come in calcio il pallone d’oro) , non nego di essere ancor spiazzato ad aver fatto fatica a trovare nuovi stimoli .

Gli obiettivi ti aiutano a dare sempre il massimo , quindi i prossimi sono principalmente trasformare la mia passione nel mio lavoro , dando vita al mio team italians stallions dal soprannome che mi diedero in America.

Un team non solo per chi vuole gareggiare ma aperto a chiunque, anche solo per chi vuole stare in salute, avere un bel fisico, intraprendere un percorso come fitness model e crescere sempre di più come atleta.

 

 

  • Massimiliano Sertori, hai conquistato le PRO CARD nelle categorie Classic physique, sport model e Men’s physique, in quali di esse ti senti più forte e se c’è un’altra categoria che vorresti provare a gareggiare?

Attualmente la categoria dove mi sento più forte e la men’s physique pro e la sport model pro, mentre per la Classic physique pro per essere bello competitivo e come mi immagino devo lavorare ancora per qualche anno.

L’unica categoria maschile che mancherebbe sarebbe la Open bodybuilding ma dovrei totalmente cambiare il mio fisico in quanto questa categoria si basa molto sui volumi muscolari.

 

 

  • Bodybuilding in Italia sta avendo una grandissima crescita in questi ultimi anni, quanto ancora può crescere secondo te?

Spero cresca sempre di più e che sia il più possibile riconosciuto, aiutando anche gli atleti soprattutto a livello professionistico con un supporto economico così da poter affrontare le preparazioni e i vari viaggi nel mondo.

È una disciplina che ti condiziona h24 seguendo una dieta sana e allenamenti costanti e per arrivare a certi traguardi bisogna essere disposti a dare il massimo sempre anche nei momenti più difficili che si possono avere durante la vita quotidiana.

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ⚜️Max”THE🇮🇹STALLION🐎“.Posing & Personal COACH💥 @watt athlete (@massimilianosertori_pnbapro)

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Segui:
Newser di 28 anni romano, con le grandi passioni del Motorsport e del Wrestling. Membro sia di TSOS che di TSOW dal Novembre 2021 e mi occupo principalmente di Formula 1, Motomondiale, WorldSBK, Rally, WWE e anche altri sport in generale.
Lascia un commento