Ad imageAd image

Regis Prograis su Conor Benn: solo una macchia per lo sport

Alessandro Podio
Alessandro Podio
3 minuti di lettura
Regis Prograis su Conor Benn: solo una macchia per lo sport

Regis Prograis, l’ex titolato delle 140 libbre ha sobbalzato quando gli è giunta la notizia del test antidoping positivo di Conor Benn.

Benn, peso welter britannico, avrebbe dovuto affrontare Chris Eubank Jr. in un incontro valevole per le 157 libbre molto pubblicizzato all’inizio del mese, ma a soli tre giorni dalla serata di combattimento è stato rivelato che Benn era risultato positivo al clomifene, una sostanza vietata, un farmaco per la fertilità che aumenta i livelli di testosterone negli uomini.

- PUBBLICITA-

Alla fine, dopo che il British Boxing Board of Control si è rifiutato di autorizzare l’incontro, l’intero evento è stato annullato.

Successivamente, in una recente udienza con il BBBoC, Benn ha addirittura rinunciato alla licenza di boxare.

 

Regis Prograis si chiede se Benn sia sempre stato dopato

Nei giorni e nelle settimane successive alla rivelazione, i pugili del mondo della boxe hanno espresso la loro opinione sullo scandalo. Naturalmente, gli ex avversari di Benn, Chris Algieri e Chris van Heerden, sono stati tra i critici più accesi nei confronti di Benn; entrambi i pugili hanno subito dei KO clamorosi per mano del britannico, e in una recente intervista, Regis Prograis si è aggiunto a loro.

Regis Prograis ha detto di essere stato colpito dalla notevole serie di knockout di Benn, tra cui gli arresti di Algieri e van Heerden, perché era stato indotto a credere che Benn non fosse necessariamente un pugile di alto livello. Prograis ha detto che quando ha sfidato Josh Taylor per un incontro di unificazione sui 140 libbre, nel 2019, alla O2 Arena di Londra, gli è stato detto da alcune persone che Benn non era una persona da temere, e così, quando Benn ha iniziato a eliminare pugili del calibro di Algieri e van Heerden, Regis Prograis è rimasto stupito.

Non conosco molto Conor Benn“, ha detto Prograis, “una cosa di cui ho sentito parlare, quando sono andato nel Regno Unito, è che ha combattuto nell’undercard di Josh Taylor e la gente all’epoca diceva ‘che non fosse così bravo, e ora sta distruggendo la gente.

Ha messo al tappeto Chris van Heerden e Algieri, ha distrutto questi ragazzi, specialmente Chris van Heerden“.

Adesso però voglio dire, se fosse stato dopato per tutto il tempo, non lo so, allora quasto sarebbe solo un altro occhio nero per questo sport”.

Prograis ha inoltre affermato che il test positivo di Benn ha aumentato i suoi sospetti generali sul doping dilagante in questo sport.

Regis Prograis ph. facebook@Regis Prograis boxe
Regis Prograis ph. [email protected] Prograis boxe

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Un milanese trapiantato a Misano Adriatico. Giornalista freelance dal 2005, collaboro con diverse testate giornalistiche locali e nazionali. Mi occupo prevalentemente di sport, che seguo a 360 gradi, con particolare attenzione al calcio, arti marziali e sport da combattimento in genere, ma seguo (e scrivo) volentieri di qualsiasi competizione esistente. Infine, attualmente curo la sala stampa per due festival del cinema della città di Ravenna.
Lascia un commento