Ad imageAd image

Sam Sunderland commenta il suo ritiro dalla Dakar 2023

Fabio Di Palma
Fabio Di Palma
3 minuti di lettura
Sam Sunderland commenta il suo ritiro dalla Dakar 2023

Sam Sunderland, con un post sui social ha voluto commentare il suo clamoroso ritiro all’edizione 2023 della Dakar.

La prima giornata di tappe della Dakar 2023 ha immediatamente vissuto un incredibile colpo di scena in quanto il vincitore dello scorso anno e uno dei grandi favoriti alla vittoria finale delle moto Sam Sunderland è stato costretto a ritirarsi anzitempo a causa di una brutta caduta.

- PUBBLICITA-

il pilota australiano della GasGas ha perso il controllo della sua moto all’altezza del 50° Km cadendo rovinosamente, con le sue condizioni fisiche che hanno provocato qualche preoccupazione tanto da trasferirlo all’ospedale di Yanbu per accertamenti.

 

Sam Sunderland: “Ringrazio Walkner per essersi fermato e il personale medico della Dakar”

Sam Sunderland, vincitore del 2022 e uno dei più grandi favoriti alla Dakar 2023 è stato costretto ad alzare bandiera bianca alla prima tappa di questa edizione.

Il pilota australiano della GasGas, a causa i una caduta subita nella Tappa 1, ha riportato una frattura alla scapola, una commozione celebrale e diversi ematomi sulla schiena, infortuni che lo costringono a ritirarsi immediatamente alla Dakar 2023.

Dopo lo spavento Sam Sunderland ha scritto un post su Facebook per rincuorare i fan e gli addetti ai lavori preoccupati per le sue condizioni.

“Grazie per tutti i messaggi,  più o meno sto bene: ho una scapola rotta, un grosso ematoma sulla schiena e una commozione cerebrale, e mi sento piuttosto imbarazzato a stare qui a scrivere queste righe, perché essere fuori dalla Dakar il primo giorno è un boccone amaro da mandare giù.

Voglio prima di tutto esprimere il dispiacere per il team, che ha lavorato così duramente per fornirmi gli strumenti necessari per difendere questo numero 1, e meritava molto di più, così come tutti i miei partner che mi sostengono.

Questi momenti sono quelli che rendono le vittorie così speciali; stamattina mi sentivo davvero bene ed ero in testa per la breve parte della tappa che ho percorso, poi ho mancato una pietra sotto la sabbia nel letto di un fiume e ho avuto una caduta piuttosto violenta.

Ringrazio Matthias Walkner per essersi fermato ad aiutarmi e il personale medico della Dakar, per essersi assicurato che fossi al sicuro. Cercherò di imparare da questo e spero che i miei compagni di squadra possano portare a casa il risultato che la squadra merita. Grazie a tutti”.

 

 

Chiusura articoli

   

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
Segui:
Newser di 28 anni romano, con le grandi passioni del Motorsport e del Wrestling. Membro sia di TSOS che di TSOW dal Novembre 2021 e mi occupo principalmente di Formula 1, Motomondiale, WorldSBK, Rally, WWE e anche altri sport in generale.
Lascia un commento