Ad imageAd image

ONE Championship: 4 italiani all’evento dell’MTGP di Londra

Pasquale Basile
Pasquale Basile
2 minuti di lettura
ONE Championship: 4 italiani al Road To ONE di Londra

ONE Championship terrà il suo prossimo evento Road To ONE a Londra il 12 novembre, che accoglierà in card quattro italiani.

Questo evento sarà dedicato principalmente alla Muay Thai, dato che è stato fatto in collaborazione con MTGP, promotion leader del settore in Regno Unito ed Europa, ma presenterà anche dei match di kickboxing.

- PUBBLICITA-

Si terrà all’O2, e i suoi due match principali saranno le semifinali del Grand Prix di Muay Thai dei pesi gallo con protagonisti George Mouzakitis, Nathan Bendon, Craig Coakley e Natty Dodds.

Tra i combattenti europei ospitati ci saranno anche i nostri connazionali Matteo Capobianco, Antonio Parlati, Igli Shkurti e Fabio Loi.

I match dei 4 italiani nell’evento targato ONE Championship

In questa card di ONE Championship, Matteo Capobianco sarà impegnato in un match di Muay Thai con guanti da 4 once contro l’inglese George Smith.

Antonio Parlati, il campano ex campione del mondo degli amateur, combatterà contro Reece Rowell, anche lui inglese, in un match di kickboxing sul limite degli 88 kg.

Igli Shkurti e Fabio Loi disputeranno due match nell’undercard dell’evento, rispettivamente contro Victor Rusu ed Elijah Estanislao.

Sarà possibile seguire in diretta l’evento Road To ONE – MTGP London in PPV sul sito di Muay Thai Grand Prix e su Kapture TV. Al momento è stato reso noto solo l’orario del match di Parlati, fissato per le 13:00.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MTGP (@muaythaigrandprix)

 

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
Condividi l\'articolo
22 anni, da Napoli. parlo di sport perché sono un grande appassionato e sicuramente son più bravo a scriverne che a praticarli. Chi lo dice a tutti gli altri che non esistono solo Brady e Jordan?
Lascia un commento