Ad imageAd image

T.J. Dillashaw rivendica lo status di GOAT delle 135 libbre

Alessandro Podio
Alessandro Podio
5 minuti di lettura
T.J. Dillashaw rivendica lo status di GOAT delle 135 libbre
T.J. Dillashaw rivendica lo status di GOAT delle 135 libbre

T.J. Dillashaw rivendica lo status di “GOAT delle 135 libbre affermando di “non avere mai perso la cintura in questa categoria di peso”.

Il fighter, si dice anzi ansioso di essere nuovamente riconosciuto come il miglior peso gallo del mondo, un titolo che non sente di aver mai veramente perso.

- PUBBLICITA-

Il due volte campione UFC affronta il re in carica delle 135 libbre, Aljamain Sterling, nel co-main event di UFC 280, che si terrà il 22 ottobre ad Abu Dhabi.

Si tratta del secondo incontro di Dillashaw dopo il ritorno da una sospensione USADA di due anni dovuta al fallimento di un test antidoping nel 2019.

 

T.J. Dillashaw dimostrerà di essere il GOAT?

T.J. Dillashaw ha rinunciato volontariamente alla cintura, riconoscendo pubblicamente di aver fatto uso della sostanza vietata EPO, ed è tornato alle competizioni nel luglio 2021 con una vittoria

per split decision su Cory Sandhagen in uno dei migliori combattimenti di quell’anno e attualmente occupa il posto numero 3 nella classifica globale di MMA Fighting.

A causa delle circostanze quindi, vede Sterling come detentore di un campionato che altrimenti spetterebbe a lui.

Quando sarò di nuovo campione sarà fantastico“, ha detto Dillashaw a ESPN, “non me ne sono mai andato, non ho mai perso la cintura in questa categoria di peso, sì sono stato spogliato, ma

non l’ho mai persa fisicamente, la gente dimentica quanto ero dominante perché non ero lì dentro, non mi sono esibito e anche se detengo un sacco di record nella divisione dei pesi gallo, a

causa del tempo libero, se ne sono dimenticati“.

Quindi dovrò ricordare a tutti loro chi è il migliore, chi è il migliore pound-for-pound, il GOAT delle 135 libbre, io lo sto conquistando“.

Dillashaw ha difeso con successo tre volte il titolo UFC dei pesi gallo, ma lo ha perso una volta nella gabbia contro Dominick Cruz in un incontro del gennaio 2016.

I due non si sono più affrontati e Dillashaw ha riconquistato il titolo con un ko contro Cody Garbrandt all’UFC 217.

In vista del suo incontro con Sterling, il campione ha lanciato molte granate verbali in direzione di Dillashaw, tra cui una recente dichiarazione a MMA Fighting in cui affermava di aspettarsi che

Dillashaw sarebbe stato “pronto per l’incontro” a UFC 280.

T.J.Dillashaw invece indica la sua rivalità con Cruz come la chiave per gestire i drammi pre-combattimento: “cerco di non essere molto contratto quando combatto”, ha dichiarato, “so che

combatto meglio quando sono rilassato e mi diverto, l’ho imparato qualcosa all’inizio della mia carriera, dopo aver avuto un incontro di rancore con Dominick Cruz: combatto meglio

quando lascio andare le cose, devi trovare la tua stabilità mentale per ottenere le migliori prestazioni e per me è scendere in campo, mostrarmi e divertirmi”.

Mi sento come se dovessi costruire qualcosa, penso che lui stia già costruendo scuse sul perché lo batterò e stia cercando di fare la guerra mentale, ma non funzionerà con me“.

Dillashaw deve superare Sterling prima di fare qualsiasi progetto futuro, ma non vede l’ora di costruire la sua eredità con un terzo titolo.

È molto eccitante vedere come si è evoluta la categoria di peso“, conclude T.J. Dillashaw, “è sempre stata una classe di peso super eccitante, ci sono sempre stati ragazzi che sono scesi in campo

e si sono fatti valere, alta energia, molta tecnica, tonnellate di knockout, quindi è una categoria di peso che è sempre stata molto divertente e ora abbiamo le personalità per sostenerla, e la lista

sarà infinita per difendere la mia cintura una volta che l’avrò riavuta“.

T.J. Dillashaw ph. facebook@T.J. Dillashaw
T.J. Dillashaw ph. [email protected] Dillashaw

 

Scarica la nuova APP di The Shield Of Sports e rimani sempre aggiornato CLICCANDO QUI

The Shield Of Wrestling è anche sulla carta stampata, puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine CLICCANDO QUI

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Segui TSOS su FacebookSeguici su Google News
TAGGATI: ,
Condividi l\'articolo
Un milanese trapiantato a Misano Adriatico. Giornalista freelance dal 2005, collaboro con diverse testate giornalistiche locali e nazionali. Mi occupo prevalentemente di sport, che seguo a 360 gradi, con particolare attenzione al calcio, arti marziali e sport da combattimento in genere, ma seguo (e scrivo) volentieri di qualsiasi competizione esistente. Infine, attualmente curo la sala stampa per due festival del cinema della città di Ravenna.
Lascia un commento