UFCMMA

Aljamain Sterling crede che la UFC vuole spingere O’Malley

Aljamain Sterling crede che la UFC vuole spingere O'Malley

Aljamain Sterling pensa che la UFC stia facendo di tutto per promuovere il più possibile Sean O’Malley, il campione dei pesi gallo.

A UFC 292 è iniziata l’era di ‘Sugar’ che ha sconfitto l’allora campione Sterling nel main event di Chicago. Il fighter americano viene considerato un personaggio interessante da parte della promotion statunitense e logicamente sta cercando di promuoverlo al meglio.

Tuttavia, Sterling crede che l’organizzazione stia esagerando dato che, sempre secondo lui, la UFC è arrivata a sacrificare l’evento numero 300 in favore del 299, card in cui Sean O’Malley è nel main event.

Ha ragione l’ex campione Aljamain Sterling?

Aljamain Sterling intervistato da Ariel Helwani nel suo celebre programma ‘The MMA Hour’ ha rivelato i suoi pensieri in merito alla promozione di Sean O’Malley da parte della UFC:

“Stanno promuovendo molto il ragazzo e, non fraintendetemi, fanno bene, ma vedo che stanno sacrificando un intero PPV per metterlo in risalto! Questo è davvero troppo per un ragazzo che è appena diventato campione e non puoi sapere quanti biglietti venderà”.

L’ex campione si riferisce a UFC 299: “Ascolta, guarda i fighter che ci sono nella card di UFC 299. Molti di questi dovevano combattere a UFC 300”. Sterling non ha espresso i nomi, ma probabilmente si riferisce a fighter come Dustin Poirier, Gilbert Burns, e il debutto in UFC di Michael ‘Venom’ Page.

Questo è il pensiero di Aljamain Sterling, ex campione bantamweight che tornerà in azione proprio a UFC 300 del prossimo 13 aprile. Sterling se la vedrà contro Calvin Kattar in quello che sarà il suo debutto nella categoria dei pesi piunma.

Riguardo Sean O’Malley, proverà a difendere per la prima volta, a UFC 299, la cintura della divisione al limite delle 135 dall’assalto di Marlon ‘Chito’ Vera, combattente che ha affrontato (sconfitta per infortunio) oltre 3 anni fa.